Clinic di allenamento sul campo di regata del Campionato italiano

Snipe full page.jpeg
Antonio Bari ci informa che l’allenatore argentino Martin Flores, da anni operante sul lago di Garda, organizza nel fine settimana precedente il Campionato di Brenzone un clinic di allenamento sul campo di regata del Campionato italiano.
L’allenamento prevede esercizi di manovra, conduzione, analisi del campo di regata, centratura della barca e visione delle riprese video.
E’ possibile un’ampia flessibilità nella partecipazione (mattina-pomeriggio, una o due giornate), a 35 euro al giorno per ogni  equipaggio.
Info e prenotazioni inviando una e-mail a info@martinsailcoach.com

STAZZE ALL’ITALIANO DI BRENZONE

 

 

logocitascira2016Dal Segretario di Classe:

“L’ultima Assemblea dei Capitani di Flotta ha deciso di sperimentare da quest’anno un nuovo sistema di stazze al Campionato Italiano, che dovrebbe semplificare l’intero processo.

I partecipanti potranno farsi pre-stazzare le barche dallo stazzatore di flotta che dovrà compilare e firmare un modulo, sotto la sua responsabilità.

Il modulo ,scaricabile qui:

con i controlli effettuati, dovrà essere portato dai concorrenti a Brenzone e presentato allo stazzatore del campionato.

Ovviamente le vele, anche quelle già controllate o stazzate, andranno timbrate come sempre.

Alcune barche, estratte a sorte, potranno essere verificate ogni giorno di regata.  .

Le barche potranno essere comunque stazzate il giorno prima delle regate, per chi lo desidera.”

Argomenti discussi nella riunione a Kamien Pomorski, Polonia, 19 Agosto 2014

Durante il Campionato europeo a Kamien Pormoski si è tenuta una riunione e i velisti hanno indicato per la discussione gli argomenti che riportiamo.riupol

Da SnipeToday (di Jerelyn Biehl)
http://www.snipetoday.org/articles/exchange-of-views/item/1794-european-open-sailors-forum

Tessuto del fiocco

Il Rules Committee ritenne che i fiocchi non durassero a lungo in precedenza e perciò aumentò la pesantezza del tessuto del fiocco a 160 g/mq. I velisti nel corso degli ultimi anni avevano chiesto al Board SCIRA di prorogare e ritardare l’applicazione della nuova regola. Continua a leggere

CAMPIONATO NAZIONALE 2014: CONTROLLI PREVENTIVI DI STAZZA

Gino Costantini

Gino Costantini

Gino Costantini contribuisce all’attivita’ della classe anche con il suo valido impegno sia nella direzione ed esecuzione delle operazioni di stazza durante le piu’ importanti manifestazioni Nazionali ed Internazionali sia nella formazione degli stazzatori.

In vista del campionato nazionale pubblichiamo il promemoria che Gino ha preparato per tutti i partecipanti.

“Si ricorda che le barche che partecipano al Campionato devono, già all’atto dell’iscrizione, essere in regola anche con le Regole di Classe attinenti la stazza, e presentarsi già regolarmente stazzate, vele comprese.

  • Nella regata potranno essere usate non più di 2 mute di vele.
  • Non saranno ammesse alla regata barche con il medesimo numero velico.

Considerati i ristretti tempi stabiliti dal Bando di Regata per i controlli preventivi di stazza, le attrezzature messe a disposizione per tale scopo non potranno venir utilizzate, se non in tempi diversi da quelli programmati o comunque necessari, per misurazioni private estranee ai controlli ufficiali.

La programmazione dell’accesso ai controlli sarà a cura del Circolo Organizzatore, e dovrà tenere  conto che il tempo previsto per il controllo di ogni barca sarà di 15 – 20 minuti.

Le barche dovranno presentarsi al controllo presentando i seguenti documenti:

a) il proprio certificato di stazza, originale e fotocopia;

b)​ una certificazione della segreteria della regata attestante l’avvenuto pagamento della tassa associativa SCIRA dovuta per l’anno in corso;

e, se la barca vuole usare un numero velico differente dal proprio numero di scafo:

c)​ una certificazione della segreteria della regata attestante l’avvenuto pagamento della tassa associativa SCIRA dovuta per l’anno in corso per la barca di cui usa il numero velico.

Regole di regata

Andrfea  Molinari

Andrfea Molinari

Riceviamo da Corrado Perini questo invito che giriamo a tutti coloro che volessero mantenersi aggiornati sulle regole di regata.

VENERDI’ 7 GIUGNO: REGOLAMENTO DI REGATA

Appuntamento in sede al CNC (Circolo Nautico Chioggia) venerdì 7 giugno ore 18.45 circa per una serata di illustrazione del Regolamento di Regata con il nostro socio Andrea Molinari, giudice di regata nazionale e arbitro di match race. La serata prevede una introduzione alle novità del Regolamento 2013 – 2016 e una illustrazione delle regole e dei casi più frequenti nelle fasi più importanti della regata (partenza, giri di boa, incroci).   Vi aspettiamo numerosi!!!!

Aggiornamenti sul fiocco…

bari antonioLa Circolare dell’Ottobre 2012 inviata dal Chairman del Rules Commitee specificava che l’uso dei nuovi fiocchi “più pesanti” sarebbe stato obbligatorio in tutti gli eventi Internazionali in calendario per il 2013. Al Rules Committee è stato quindi richiesto di specificare meglio l’ampiezza del concetto di “Internazionali” e, se possibile, di redigere una lista di eventi nei quali si sarebbe dovuto usare il nuovo fiocco “più pesante”. A fronte di ciò il Rules Committee ha deciso quanto segue: Continua a leggere

Fair play e regolamento.

La classe snipe è sempre stata considerata, giustamente, una classe corretta. Poche forzature in partenza, poche infrazioni alla regola 42, poche collisioni, pochissime proteste. Negli ultimi anni però si sono visti atteggiamenti da parte di alcuni regatanti piuttosto fastidiosi, tanto da farmi decidere di mettere per iscritto le considerazioni che seguono. Alcuni regatanti molto bravi hanno mostrato atteggiamenti di superiorità, a volte offensivi, nei confronti dei meno esperti. Sarebbe auspicabile che chi regata con la convinzione di essere migliore di quelli che arrivano dietro di lui cambiasse modo di pensare. Ritengo scorretto forzare gli ingaggi e le partenze speculando sul fatto che chi naviga da metà classifica in giù solitamente non protesta. I regatanti meritano tutti rispetto in quanto persone, e arrivare davanti non significa essere migliori ma semplicemente più veloci. Se qualcuno che solitamente vi arriva dietro, una volta vi arriva davanti non è una tragedia, non dovete suicidarvi per il disonore subito.
Continua a leggere