Regole per la Ranking List

Regolamento per la selezione e partecipazione ai Campionati Mondiali della Classe Snipe

  1. Si seleziona al Campionato Mondiale successivo il primo equipaggio italiano classificato al Campionato di Classe precedente. In ogni caso, l’equipaggio in tal modo selezionato dovrà obbligatoriamente partecipare ad almeno 1 regata di selezione, valida per la RL che qualificherà all’evento internazionale. In caso di rinuncia il qualificato sarà sostituito da un equipaggio selezionato tramite la RL (v. punto 2).
  2. I restanti partecipanti saranno selezionati in base alla posizione in classifica della RL a partire dal primo classificato. Verrà pertanto escluso da questo criterio l’equipaggio già selezionato dal Campionato di Classe. In caso di rinuncia dell’ equipaggio selezionato, sarà sostituito dagli equipaggi immediatamente seguenti nella classifica di RL.
  3. La classifica della RL viene stilata conteggiando le singole prove delle seguenti regate:

– Nr. 1 Nazionale (Duca di Genova) che si disputerà su tre giornate con 7 prove;

– Nr. 3 Nazionali (Duca di Genova) che si disputeranno su due giornate con 5 prove;

-Il Campionato di classe che si disputerà su quattro giornate di regata per un totale di 9 prove;

– Il Campionato zonale inserendo il risultato finale come 1 prova; nella classifica del campionato zonale sono considerati tutti gli equipaggi che hanno partecipato ad almeno una prova;

  1. Il numero massimo di prove inserite nella RL sono 32 di cui una è il risultato del campionato zonale.
  2. La disputa di una nuova Regata Nazionale sostituisce la Nazionale più vecchia disputata, il Campionato di classe sostituisce il Campionato di Classe dell’anno precedente e il CZ può sostituire solo il CZ dell’anno precedente e verrà inserito in classifica al 31 ottobre dell’anno in corso. La classifica di RL è quindi perpetua.
  3. Il punteggio assegnato per ogni prova è di 50 al primo, 49 al secondo, 48 al terzo e così via a degradare di un punto. Se ci sono più di 50 barche, il punteggio per piazzamenti superiori al 50-esimo è pari a 1. Nelle classifiche saranno esclusi i timonieri non tesserati con la SCIRA Italia e non associati alla FIV.
  4. Nella RL non possono essere considerate le prove di regate disputate a distanza temporale superiore a 12 mesi dalla data di termine della campagna di selezione per un evento internazionale fermo restando il limite massimo di prove (32 fissato al punto 4 del presente regolamento). Se l’ultimo Campionato di Classe disputato cade al di fuori del limite di 12 mesi, ed il numero di prove disputate nell’arco degli ultimi 12 mesi è inferiore a 30, è possibile considerare le prove del Campionato di Classe purché disputato non prima di 14 mesi dalla data di termine della campagna di selezione.
  5. Nessun coefficiente moltiplicatore è previsto per le regate di campionato e dello zonale.
  6. Lo scarto ovvero il numero di prove da scartare è stabilito nel 25% del numero di prove valide. Tale numero è arrotondato all’intero più vicino.

Un chiarimento sul numero di scarti

  1. Parteciperanno al Campionato Mondiale gli equipaggi selezionati in base alla Classifica Nazionale 3 mesi prima dell’evento.
  2. La classifica sarà anche valida come selezione, se necessario, per i Campionati internazionali Juniores, femminili e Master.
  3. In caso di parità fra due equipaggi, verrà considerato vincente quello meglio classificato al Campionato Italiano.

Classifica per l’assegnazione della Coppa Duca di Genova

  1. La classifica della Coppa Duca di Genova viene stilata considerando tutte le prove inserite negli eventi di Ranking-List corsi durante l’anno solare ovvero:

– Nr. 1 Nazionale (Duca di Genova) che si disputerà su tre giornate con 7 prove;

– Nr. 3 Nazionali (Duca di Genova) che si disputeranno su due giornate con 5 prove;

– Il Campionato di classe che si disputerà su quattro giornate di regata per un totale di 9 prove;

– Il Campionato zonale inserendo il risultato finale come 1 prova; nella classifica del campionato zonale sono considerati tutti gli equipaggi che hanno partecipato ad almeno una prova;

  1. Il punteggio assegnato per ogni prova è di 50 al primo, 49 al secondo, 48 al terzo e così via a degradare di un punto. Se ci sono più di 50 barche, il punteggio per piazzamenti superiori al 50-esimo è pari a 1.
  2. Nessun coefficiente moltiplicatore è previsto per le regate di campionato e dello zonale.
  3. Lo scarto ovvero il numero di prove da scartare è stabilito nel 25% del numero di prove valide. Tale numero è arrotondato all’intero più vicino.

 

 

 

 

 

Regole per il Beccaccino d’oro

REGOLAMENTO per la stesura della classifica del Beccaccino d’ORO

Messo in palio dalla SCIRA ITALIANA, premia la flotta che nel corso della stagione ottiene il punteggio più alto nelle regate scelte annualmente dall’Assemblea dei Capitani di Flotta, di norma tra quelle valide per la Coppa Duca di Genova, per un totale di sei regate (Campionato Italiano, 4 nazionali e il Campionato Zonale). Di ogni regata, si considera la classifica DI OGNI SINGOLA PROVA delle TRE imbarcazioni meglio classificate di ogni Flotta e si sommano i relativi punteggi.

Il punteggio assegnato per ogni prova è di 50 al primo, 49 al secondo, 48 al terzo e così via a degradare di un punto. Se ci sono più di 50 barche, il punteggio per piazzamenti superiori al 50-esimo è pari a 1.

Il Trofeo viene assegnato alla flotta che ottiene il maggior punteggio TENENDO CONTO DI TUTTI i risultati validi per l’anno SENZA SCARTO.