Renato, il ricordo di Andrea Piazza

bruni2“Sembrava sempre uguale. Sembrava immortale. Sembrava per lui gli anni non passassero mai… sembrava…. però ieri dopo tre mesi di lotta ci ha lasciati. Avevamo appuntamento alla zonale di Peschiera ma, pur avendo la barca caricata sul carrello, non arrivò dovendo andare in osledale. Poi un calvario fino all’epilogo. Non era uomo qualunque Renato. La SCIRA lo nominò socio onorario esentandolo dal pagamento della quota ma lui la volle sempre pagare. Capitano della flotta Cremona e delegato zonale ha dato molto a quanti hanno avuto il privilegio di conoscerlo e farsi stringere la mano…  dato che aveva mani giganti ed una forza eccezionale non era una stretta di mano “alla pari” e tutte le.volte.pregavo non me la stritolasse…. non lo fece mai…. Lo ricordo sempre sorridente e borbottante… sempre presente alle cene dei circoli. Non gli piaceva il team racing e su questo discutevamo spesso ma non riuscivo mai a convincerlo. Mi voleva bene Renatone e per me era un riferimento. Ciao Renato. Mi mancherai.”

A questo link  il comunicato stampa della ‘Provincia di Cremona’ ,

e qui Renato Bruni risponde ad alcune domande, un articolo pubblicato su snipe.it nel 2012, in cui Renato risponde alle domande di Alberto Schiaffino.