MONDIALE SNIPE, REGATA 7 AI BRASILIANI TINOCO-GRAEL

MONDIALE SNIPE, REGATA 7 AI BRASILIANI TINOCO-GRAEL, GLI ARGENTINI SOUBIE-LIPSZYC INCALZATI DAGLI INSEGUITORI. DOMANI REGATE DECISIVE

La classifica provvisoria

Su Facebook altre foto della giornata, di Matias Capizzano, il fotografo che ha permesso anche ci ha fatto vivere con le sue immagini le emozioni da ‘dentro’ il mondiale, in acqua e a terra!

Comunicato stampa relativo alla quinta giornata del Campionato del Mondo Snipe a Talamone:  “E’ stata disputata una prova con vento sui 10-12 nodi vinta dai brasiliani Tinoco-Grael. Il prodiere, Nicholas Grael, è il figlio di Lars e il nipote di Torben Grael, olimpionici brasiliani. Domani giornata conclusiva con diversi equipaggi che possono ancora ambire alla vittoria finale.

2015 Snipe Worlds - Talamone. Italy © Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds – Talamone. Italy
© Matias Capizzano

Talamone, 25 settembre- La settima regata del Mondiale Snipe di Talamone è stata vinta dai brasiliani Alexandre Tinoco e Nicholas Grael. La leadership nel Campionato resta nelle mani degli argentini Louis Soubie e Diego Lipszyc, anche se il loro vantaggio sugli inseguitori è diminuito. Domani giornata finale del Mondiale, con due o tre prove che saranno decisive per l’assegnazione del titolo.

Una giornata con il vento che ha oscillato ancora tra la Tramontana e il Maestrale. L’unica prova disputata si è svolta con vento da NW tra i 10 e i 12 nodi. Nel pomeriggio, poi, il vento è ruotato a Grecale con oscillazioni continue che non hanno consentito di disputare ulteriori prove, nonostante i tentativi di partenza dati dal Comitato di Regata ma vanificati da diversi richiami generali.

2015 Snipe Worlds - Talamone. Italy © Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds – Talamone. Italy
© Matias Capizzano

Alexandre Tinoco, campione del mondo Snipe 2011, ha condotto i primi tre lati del percorso a bastone ma è stato poi superato nella seconda poppa dai connazionali Tavares-Carvalho. Un salto di vento a destra nell’ultima bolina gli ha consentito di recuperare la testa e di vincere la prova precedendo gli spagnoli Triay- Barcelò e de Valenzuela-Alejandre. Gli argentini Soubie-Lipszyc, leader della generale, sono incappati nella loro peggior regata con un 22esimo, scartato. Indietro anche gli americani Diaz-Tocke (44esimi).

La classifica, dopo sette prove con uno scarto, è guidata da Soubie-Lipszyc (4-6-8-3-11-5-22) a 37 punti, 12 di vantaggio sui brasiliani Tavares-Carvalho e tredici sui belgi Hens-Perez Campos. In lizza per la vittoria sembrano essere anche gli spagnoli Martinez-Utrera, quarti, e Triay-Barcelò.

2015 Snipe Worlds - Talamone. Italy © Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds – Talamone. Italy
© Matias Capizzano

Franco Solerio (YC Sanremo) e Paolo Lambertenghi (CV Torbole) hanno regatato bene concludendo undicesimi, risultato che li conferma in dodicesima posizione (14-7-21-22-7-33-11). Seguono tra i primi cinquanta: 28.Bruni-Collotta; 38.Onofri-Di Giuseppe; 43.Poggi-Vanni; 44.Rochelli-Rochelli; 45.Fantoni- Gorgatto; 46.Savorani-Milone (l’equipaggio juniores del CV Talamone). Le regate proseguono domani dalle ore 11 e non potranno essere date partenze dopo le 15:30. Un secondo scarto sarà calcolato dopo 9 prove.

2015 Snipe Worlds - Talamone. Italy © Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds – Talamone. Italy
© Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds - Talamone. Italy © Matias Capizzano

2015 Snipe Worlds – Talamone. Italy
© Matias Capizzano

La giornata al Mondiale è stata allietata dalla visita di nave Virginio Fasan, la nuovissima fregata di 144 metri e 6.700 tonnellate della Marina Militare che ha gettato l’ancora nella Baia di Talamone alle sette del mattino per restarvi fino alle 13:30. L’Ammiraglio Sergio Biraghi, presidente del Circolo della Vela Talamone ed ex Capo di Stato Maggiore della Marina, ha guidato una delegazione degli ufficiali di regata, dei giudici internazionali e di rappresentanti della classe Snipe a bordo, dove si è svolta una cerimonia di omaggio alla bandiera. Il Capitano di Fregata Giancarlo Ciappina, comandante del Fasan, ha poi illustrato alla delegazione parte dei sistemi di bordo di un’unità che ha avuto nei mesi scorsi un ruolo attivissimo nelle missioni Mare Nostrum e Mare Sicuro di solidarietà e ausilio ai migranti nel Canale di Sicilia.