Derive d’epoca – Calendario 2012

Nicola Rugarli con la moglie Annalisa sul suo "Veloce". Foto di Marco Prosperi

E’ iniziata la nuova stagione velica anche per tutte le derive d’epoca con l’Associazione di riferimento che da quest’anno recepisce nella sua denominazione il grande interesse manifestato per essa in questi anni anche dagli armatori delle barche d’epoca a chiglia e a bulbo a partire dalle Star, dai 5,5 Stazza Internazionale, dai Dragoni, dai Requin e non ultima dalla spendida “Barca di 6 metri”, cutter tradizionale a chiglia lunga e armo aurico progettata da Sciarrelli.
Quindi AIDE, a grande richiesta, diventa AYDE, Associazione Yacht e Derive d’Epoca!
Dopo le esperienze de Il Mare ci unisce a Recco-Camogli e Porto San Giorgio, delle Feste della Marineria della Spezia e delle esposizioni al Porto Mirabello, del Raduno derive d’epoca del Lago d’Orta, delle Coppe Italia Beccaccini d’epoca e classici di Sanremo, della esposizione al Trofeo Accademia Navale di Livorno, delle attività congiunte con ASDEC e tanti altri eventi di successo, potete leggere il suggestivo Calendario 2012 sviluppato anche quest’anno con Marina Yachting: http://www.derivedepoca.com/

Si raccolgono i primi frutti dell’attenzione al recupero dei Beccaccini d’epoca e classici. Ricordiamo che al momento, per semplicità rispetto al più articolato Regolamento AYDE, sono “d’epoca” i Beccaccini con scafo e alberatura in legno, sono “classici” i Beccaccini con scafo in legno e alberatura in alluminio. Il lavoro costante svolto negli anni dai Segretari Nazionali, prima da Rodati, poi da Perdisa ed ora da Piazza, si coniuga con l’attenzione dei massimi esperti di stazza della Classe, Bari in primis.
Dopo le regate dedicate all’epoca/classico, che sono indubbiamente la migliore occasione da favorire per apprezzare queste barche, ovvero la Coppa Italia a Sanremo, ora è comunque anche possibile regatare insieme agli Snipe moderni, come avvenuto in occasione del 53simo Criterium di Sanremo, se la barca ha certificato di stazza.
Si sta valutando la modalità con cui poter dotare di certificato gli Snipe d’epoca/classici che ne fossero privi.
Si sta anche sviluppando un prototipo di albero in legno il più possibile competitivo con gli alberi moderni oltre ad aver avviato il restauro di vari alberi in legno.
Infine, uno speciale ringraziamento come sempre alla dedizione ed all’organizzazione delle regate delle barche d’epoca a Gina Zaoli e al suo Circolo Velico Capo Verde con l’appoggio logistico ed organizzativo consueto del fratello Beppe e dello Yacht Club Sanremo da lui presieduto.
A presto!

Nicola Rugarli
AYDE/Circolo Vela Orta

Pubblichiamo la gallery di foto già sul vecchio sito. Queste foto sono state scattate da Enrico Solerio in occasione del 1° Raduno Beccaccini classici e d’epoca tenuto a Sanremo il 18 e 19 settembre 2010.

Questo slideshow richiede JavaScript.