Trofeo Armada, il commento

Trofeo-Armada-Española-de-Snipe-RCR-Santiago-de-la-RiberaLa classifica e il commento di Giuseppe Prosperi

CLASIF.-GENERAL-FINAL-IV-T.-IN-MEMORIAM2 (2)

“Cari amici ciao a tutti,
quest’anno al XXXV Trofeo “Armada Espanola” abbiamo regatato disputando solo tre prove con vento leggero ed una temperatura da fine estate (22° C). Le anomale condizioni di altissima pressione diffusa sull’intera penisola iberica (1033 mBar) hanno limitato l’effetto termico che genera la regolare brezza che s’incontra in questa località .
51 le imbarcazioni partenti ed alto il livello qualitativo dei partecipanti, tra i quali erano presenti alcuni degli equipaggi che si sono piazzati nei primi dieci all’ultimo campionato mondiale di Talamone.Nella prima giornata, nulla di fatto per assenza di vento. Il secondo giorno 2 prove disputate con vento oscillante proveniente da Nord-Est che ha messo a dura prova le capacità tattiche e strategiche degli equipaggi.
L’ultima giornata si è chiusa con una sola prova disputata con i soliti 6 nodi da nord-Est, dopo che il comitato ha dovuto ripetere per ben cinque volte le procedure, per partenze anticipate, causate una flotta particolarmente aggressiva.
La classifica finale, che vede al primo posto l’equipaggio formato da Jordi Triay Pons-Lluis Mas Barcelò, parla chiaro: nelle prime posizioni troviamo gli equipaggi che hanno saputo incassare piazzamenti regolari , evitando di prendersi rischi gratuiti durante le partenze, a differenza di tanti altri, seppur eccellenti, che hanno pregiudicato il loro piazzamento in classifica definitiva, incappando in partenze anticipate durante l’ultima prova.
Ottima l’organizzazione in acqua ed a terra predisposta dal Real club de Regatas de Santiago de la Ribera che, come di consueto, ha dimostrato un’ ospitalità esemplare, offrendo gratuitamente agli equipaggi provenienti dall’estero, iscrizione, soggiorno e le cene previste negli eventi collaterali della manifestazione. Solo due le imbarcazioni italiane che hanno partecipato alla regata.
Ricordo infine che in questa stessa sede, dal 20 settembre 2016 si disputeranno i campionati europei Open: penso proprio che valga la pena tornare!”