Entusiasmo al Trofeo D’Isiot

Shark
Shark’45 in azione

Il resoconto di Alekos Malatesta, che ha partecipato al recente Trofeo D’Isiot…

Buon giorno a tutti,
sono il timoniere Malatesta Alekos e proprietario dello snipe Shark ’45, e sono da poco tornato dal 1°trofeo D’Isiot, organizzato dal Circolo Velico Capo Verde, e da tutta la famiglia Zaoli, in particolare dalla signora Gina. L’evento è stato straordinario così come già ho provato lo scorso anno con il trofeo Alvise Tua, i toni cordiali tra gli armatori, il bello di potersi confrontare su barche che ahimè hanno fatto storia, ma che non sono state messe nel dimenticatoio, nè tantomeno lasciate sotto uno strato di polvere a marcire. Che cos’è una barca d’epoca?non è qualcosa di antico…ma qualcosa che ancora vive e respira non appena prende vento,e non appena toccano l’acqua sanno già che il loro momento è arrivato…nonostante l’età, il profumo dei legni è ancora vivo, del coppale, delle “mani” di vernice. Certo non saranno dei bolidi in confronto alla vetroresina, al carbonio, e a tutta la tecnologia che va di pari passo all’evoluzione, ma le barche erano quelle e da li si è partiti! Non dimentichiamoci la storia, ma partecipiamo a questi eventi come una festa di una famiglia che giorno dopo giorno si va arricchendo. Lo snipe non è soltanto vetroresina e alluminio! L’organizzazione è sempre stata fantastica, la signora Zaoli è una persona che trasmette emozioni, e che si emoziona vedendo il frutto e pensando al sacrificio di ciò che ha organizzato, fosse l’Italia ricca di persone così!Sperando di potervi vedere numerosi al prossimo evento…soprattutto voi del direttivo…. ricordatevi “voi siete ora quello che all’epoca fu il primo snipe!”…..3 urrà vanno al Circolo velico Capo Verde e alla famiglia Zaoli!