Storia e presentazione della COMBINATA DELL’ADRIATICO – MARE LAGO

fotomarelagoDa Corrado Perini un breve racconto della Combinata dell’Adriatico e della sua collocazione quest’anno con la regata di Caldonazzo e di Chioggia:

“La campana che rappresenta il trofeo challenge della Combinata dell’Adriatico è apparsa per la prima volta nel 2004; quell’anno il Circolo Nautico Chioggia e il Circolo Vela Gargnano si erano accordati di mettere in combinata le loro regate zonali (a Chioggia lo storico Campionato dell’Adriatico che giunge quest’anno alla 62^ edizione) ideando un trofeo per la Combinata chiamata allora Mare-Lago. Il progetto dei due circoli avrebbe dovuto continuare negli anni a seguire, ma il Circolo Vela Gargnano,club storico con regate prestigiose all’attivo, non si appassionò più di tanto a quel progetto abbandonandolo già nell’anno successivo. Per altre 4 edizioni la Combinata Mare–Lago proseguì alternando la regata lacustre tra Brenzone, Caldonazzo, ancora Brenzone e Ledro, ma lo scarso interscambio di equipaggi consigliò di cambiare il format della combinata che nel 2009 divenne Combinata dell’Adriatico ancora tra la regata di Chioggia e una regata della XI^ Zona con una flotta forte e in espansione. Questa combinata è proseguita per otto anni, 6 anni con la regata zonale di Punta Marina e due anni con la regata di Rimini, l’altrettanto storico Trofeo Tamburini; i risultati non sono mai stati eccelsi in termini di presenze ma l’albo d’oro si è nel frattempo arricchito di tanti e diversi nomi dello Snipe italiano. Nel 2017 si chiude il cerchio e la Combinata dell’Adriatico torna in qualche modo alla sua origine Mare–Lago; l’occasione è data da una regata tipicamente “adriatica” come il Piada Trophy nato a Cervia, ma da alcuni anni itinerante per motivi logistici e di calendario. Negli ultimi anni il Piada Trophy è stato ospitato a Talamone, a Chioggia, a Riccione e nel 2017 sarà a Caldonazzo in occasione del German Open, altra bellissima manifestazione di successo che in questa stagione sarà anche Regata Nazionale per la Classe. La Combinata quindi chiude il cerchio, nasce come Mare – Lago, diventa dell’Adriatico e quest’anno con il Piada Trophy a Caldonazzo e il Campionato Adriatico a Chioggia include tutte e due le sue anime, quella Adriatica e quella lacustre. Dal prossimo anno si potrebbe ipotizzare una alternanza Combinata dell’Adriatico – Combinata Mare Lago che potrebbe allargarne il giro dei circoli coinvolti nell’organizzazione e il numero degli snipisti in gara per contendersi il trofeo. I detentori del 2016 sono Alberto Perdisa con i prodieri De Boni e Rinaldi, a Caldonazzo dal 9 all’11 si apre la “guerra” per la successione che avrà la sua seconda tappa a Chioggia il 5/6 agosto.”