Mundial Junior a Rio – 4° giorno

ui=2&ik=cffe90412f&view=att&th=13af5c4d0804125e&attid=0Antonio Bari ci manda il seguente servizio:

A Rio il fronte freddo che è passato ieri ed ha causato un vero colpo di coda dell’inverno (la temperatura è crollata fino a 21°C) ha lasciato il posto ad una giornata nuvolosa, ma come al solido piuttosto tiepida (per loro, siamo sempre intorno ai 30°C).
Dal mio punto di vista è stata una giornata impegnativa in quanto era previsto un clinic per stazzatori. Di stazzatori se ne sono visti pochi per la verità (i brasiliani non si sono fatti vedere eccetto Mario Eugenio Tavares che è già stazzatore nazionale brasiliano), ma il corso è stato fatto: sono state controllate due barche (il nuovo DBR1 di Michel e il Leimao prodotto in Brasile da Diemer), due alberi diversi (il Sidewinder e ancora il Leimao, che altro non è che una copia del Sidewinder con la parte alta però più flessibile),  e mostrato agli stazzatori come misurare derive, timoni e vele. Alle quattro e mezza sono rientrati i ragazzi dalla regata, abbiamo controllato dotazioni, pesato le barche e verificato i timbri sulle vele (che nel frattempo dopo tre giorni si erano già cancellati) di tre barche estratte a sorte e poi finito il corso.
In acqua le cose non sono state per nulla facili: se ieri la battaglia è stata contro un vento rafficato e molto variabile come direzione, oggi ci si è messa anche la corrente che ha raggiunto i due nodi di velocità ed ha reso tutto più difficile. I brasiliani naturalmente stanno dominando, ma tra di loro si è inserito un equipaggio giapponese che ha velocemente imparato come muoversi sul campo di regata e prova dopo prova è salito al secondo posto. In questo momento la classifica è provvisoria in quanto i giapponesi hanno in corso una protesta contro i brasiliani attualmente al comando.
Dopo il brillante 11° dei nostri Meotto-Cassandro nell’ultima prova di ieri, oggi le cose sono andate un po’ peggio con piazzamenti intorno al 20° posto.
Domani ultimo giorno per gli juniores con i giochi ancora molto aperti per la vittoria finale e primo giorno di stazze per i concorrenti dell’assoluto. Sarà una battaglia, in quanto nei canonici tre giorni di stazza al posto delle solite 55 barche se ne dovranno stazzare 80.

Antonio Bari        La classifica provvisoria   Races 1-7 JR