Risultati Master

Campioni Gran Master Renate e Dario Bruni

Campioni Gran Master Renato e Dario Bruni

Campioni Junior Master Fabio e Daniela Rochelli

Campioni  Master Junior Fabio e Daniela Rochelli

Campioni Senior Master Alberto e Anna de Paoli

Campioni  Master Senior Alberto e Anna de Paoli

Classifica definitiva Snipe       Campionato Nazionale Master

In uno dei weekend più caldi dell’estate (perché anche il prossimo sembra sul genere) ci siamo trovati a Brenzone per il Campionato Italiano Master, del socio onorario e decano della classe, Renato Bruni. Un campionato organizzato in fretta e furia dopo l’annullamento del world master di Orta. Bruni non delude ed il Garda neppure. Quattro belle prove lunghe, con vento sui 10 nodi med,i vengono stravinte dai coniugi Rochelli ma al secondo posto si piazza il neo campione zonale della 12^ Diego Baroldi con a prua una perfetta Chiara Arlati. Terzi Giuseppe Prosperi e Silvia Bartoletti sempre veloci e corretti tengono alti gli onori della Romagna e del Lazio. Insomma, mancava Pescara e Sanremo, ma chi ha potuto è andato a Brenzone ad onorare l’85 Bruni che per l’occasione aveva a prua il figlio Dario che ci rappresenterà tra poco ai mondiali di Rio.

Il report di ieri era finito prima della cena e quindi riprendo da li. Antipasto favoloso e poi piatto unico con molte prelibatezze. Ma lo chef Babbini (il proprietario del ristorante “al Violino” dove siamo stati all’ultima assemblea di classe a Cremona) integra la cena con altre prelibatezze e per finire una fantastica torta. Insomma una grande cena molto apprezzata da tutti. La notte in molti faticano a dormire per il caldo e la mattina soffia, come sabato il vento da nord… che non cala. I giudici vorrebbero farci uscire essendo prevista la partenza a mezzogiorno ma sappiamo tutti che sarebbe atroce partire e poi rimanere senza vento con questo caldo. Io e Bruni proviamo a parlare coi giudici ma nulla… escono. Per fortuna il vento cala e poi gira da sud e verso le 2 usciamo. Due belle prove dove, come già detto i Rokets dominano infastiditi a tratti da Baroldi – Arlati … ma solo a tratti… anzi solo nella prima bolina della prima prova. Ma è il Grande Vecchio che da due zampate da leone e si conquista l’italiano gran senior master ,stracciando il rivale degli ultimi vent’anni anni Giuliano Dematté che comunque si piazza bene.

Tutti si fermano per la premiazione ad onorare Renato che ormai è una leggenda vivente e, se dovessi scommettere, lo darei vincente ai prossimi mondiali master fissati l’anno prossimo in Giappone e dove il nostro è intenzionato ad andare. Ricordo un paio di decenni fa che vinsi un italiano grand master a prua di mio padre proprio davanti a Renato ed ai fratelli Bragantini… con gli anni Renato è migliorato a differenza degli altri umani che in genere peggiorano….  lui va sempre meglio. Grazie Renato!     Andrea Piazza