Fair play e regolamento.

La classe snipe è sempre stata considerata, giustamente, una classe corretta. Poche forzature in partenza, poche infrazioni alla regola 42, poche collisioni, pochissime proteste. Negli ultimi anni però si sono visti atteggiamenti da parte di alcuni regatanti piuttosto fastidiosi, tanto da farmi decidere di mettere per iscritto le considerazioni che seguono. Alcuni regatanti molto bravi hanno mostrato atteggiamenti di superiorità, a volte offensivi, nei confronti dei meno esperti. Sarebbe auspicabile che chi regata con la convinzione di essere migliore di quelli che arrivano dietro di lui cambiasse modo di pensare. Ritengo scorretto forzare gli ingaggi e le partenze speculando sul fatto che chi naviga da metà classifica in giù solitamente non protesta. I regatanti meritano tutti rispetto in quanto persone, e arrivare davanti non significa essere migliori ma semplicemente più veloci. Se qualcuno che solitamente vi arriva dietro, una volta vi arriva davanti non è una tragedia, non dovete suicidarvi per il disonore subito.
A volte le situazioni ci portano a commettere delle scorrettezze involontariamente (virare vicino a una barca per averla vista all’ultimo, infilarsi interni all’ultimo perché la barca esterna ha rallentato in modo imprevisto, toccare la boa col boma etc..) ma altre volte, pur avendo la possibilità di evitarlo, forziamo un passaggio mure a sx sapendo che l’avversario è costretto a poggiare, o viriamo troppo vicini così da costringerlo a orzare prima di completare la virata. Non voglio certo invitare i peones a protestare gli equipaggi più forti ma semplicemente chiedere a tutti i regatanti un maggior rispetto dell’avversario, anche se meno veloce: il che si traduce in primis in un maggiore rispetto del regolamento e poi in una richiesta di scuse verso chi ha subito.
Il regolamento di regata prevede l’autopenalizzazione e, purtroppo, troppo di rado si vede applicare questa regola.

Chi volesse fare un ripassino veloce del regolamento, potrebbe prendere prendere spunto dagli snipisti del Lazio, che recentemente hanno organizzato una mattinata di ripasso del regolamento con la collaborazione di Giuseppe D’Amico, direttore sportivo della FIV per la IV zona, che ha poi gentilmente trasmesso a tutti gli interessati il link con le diapositive dell’incontro, visionabili all’indirizzo:
http://dl.dropbox.com/u/6392856/Presentazione%20snipe%202012.pdf

La maggioranza di noi chiede semplicemente un minimo di considerazione e quindi chi commette un’infrazione dovrebbe almeno scusarsi con chi ha danneggiato e autopenalizzarsi, come appunto previsto dal regolamento.

Propongo quindi, oltre alle dovute scuse, le seguenti regole:
– ciocco mure a sx prima della partenza: 1 birra
– virata troppo vicino o forzatura passaggio mure a sx costringendo a poggiare, anche se di pochissimo: 1 birra
– forzatura mure a sx con vistosa poggiata: 3 birre
– infilarsi in boa senza ingaggio: 1 birra se senza contatto, 3 birre con contatto
– non dare acqua a chi è ingaggiato: 3 birre
– poggiata in partenza: 3 birre
– entrata mure a sx in boa di bolina: 1 cena

Andrea Piazza

One thought on “Fair play e regolamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...