CAMPIONATO ITALIANO CESENATICO 2022 Articolo di Alberto Perdisa

ITALIANO E PIADA TROPHY A BRUNI -SCARSELLI

Quattro giorni di regate in Adriatico per una spettacolare edizione del Campionato Italiano Snipe in abbinamento con la quattordicesima edizione del Piada Trophy. Ventinove barche al via, francamente speravo in almeno una decina in più, ma presenti tutti i migliori della Classe e due equipaggi da Brasile e da Spagna/Norvegia. Si è assegnato il titolo di Campione italiano che prevedeva due scarti e il Piada che non prevedeva scarti. Ecco la cronaca delle otto combattute prove. Sole, vento da levante e onda formata hanno caratterizzato la giornata di giovedì che ha visto nella prima prova l’autorevole vittoria di Francesco Rossi – Marco Rinaldi a precedere Lapo Savorani – Federico Milone e Gioele Toffolo – Stefano Longhi poi Bruni, Garcia della Concha e Alessandro Bari con a prua l’esperto genitore Antonio. Seconda prova con la forte coppia Dario Bruni – Francesco Scarselli davanti alI’equipaggio ispanico -norvegese composto da Guillermo Garcia de La Concha – Maj Kristin Hansen Borgen e a Paolo Lambertenghi – Antonia Contin. Poi Rossi, Savorani, e Toffolo. Gruppo compatto con almeno quindici barche a darsi battaglia per le prime posizioni. A sera la classifica vede Rossi – Rinaldi a pari punti con Bruni – Scarselli. Seconda giornata di regate con vento più leggero e corrente che rendono complicata la gestione del campo di regata da parte del Cdr e il bordeggio da parte dei regatanti. In queste condizioni “adriatiche” ottima prova di Stefano Marchetti – Paolo Sangiorgi autori di una partenza a razzo a precedere Fabio e Daniela Rochelli, Paolo Lambertenghi – Antonia, Bruni – Scarselli e poi Bari – Bari e Perdisa – Ceccarelli. Da segnalare la bella regata del redivivo Giovanni Stella con a prua Alice, settimi e attaccati ai primi sei. AI sabato si decide di recuperare la prova non effettuata il giorno precedente anche se l*uscita in mare è resa difficile da una forte mareggiata da Levante. Con vento da cinghia attorno ai 13 nodi i soliti Bruni Scarselli precedono Pietro Fantoni – Marinella Gorgatto finalmente nelle posizioni che competono Ioro e Rossi – Reynolds. Poi Lapo – Federico, Fabio – Daniela e Paolino – Antonia. La quinta prova della serie vede l’unico momento difficile per Bruni – Scarselli che non entrano nei primi quindici mentre lo spagnolo Guillermo Garcia del la Concha con a prua la forte norvegese Maj Kristin Hansen Borgen precedono i Rockets sempre più a loro agio nelle acque di Cesenatico. Poi uno strepitoso Corrado Perini che giunge terzo grazie e soprattutto a Daniela.

Seguono Lapo – Federico da Talamone e la giovane Stefania Padoan con a prua papà Giorgio che precedono Pietrino Fantoni – Marinella. Il vento continua il suo rinforzo e la rotazione a destra e Dario Bruni – Francesco Scarselli vincono la sesta prova davanti ai Rochelli autori di una giornata perfetta e a Marchetti – Sangiorgi. Poi il giovane emergente Gioele Toffolo con a bordo l’esperto marpione mister Olimpic Stefano Longhi. Quinto Garcia de la Concha e sesti Pietro – Marinella. Sabato sera gli stremati regatanti si siedono finalmente a tavola tra buon cibo e ottimo vino. Il tutto in perfetto stile “Piada” con un’atmosfera felice e goliardica. La tradizionale lotteria ha visto messi in palio moltissimi premi grazie alla generosità di Olimpic Sails, DB Marine e Project Tapes di Pietro Parmeggiani per gli omaggi tecnici e di Palazzona di Maggio per gli omaggi enologici. Nel corso della serata il direttore sportivo del circolo, il fantastico e infaticabile Stefano Morgagni ha voluto ricordare un’importante iniziativa pilota che vede la vela e il mare assieme alla Lega Italiana Fibrosi cistica avviare un progetto pilota per combattere questa insidiosa malattia. Terminata la lotteria tutti contenti e a nanna pronti per le regate di domenica che il assegnano il titolo. E così eccoci alla giornata conclusiva: vento in crescita in rapida rotazione a Scirocco esaltano la bravura di Dario Bruni e Francesco Scarselli che, dopo un clamoroso errore di Rossi – Rinaldi nella prima poppa, si aggiudicano la prova a precedere Paolo Lambertenghi – Antonia Contin e Gioele – Stefano. Poi Pietro – Marinella, Lapo – Federico, e Stefano Marchetti – Paolo Sangiorgi. Ottava e ultima prova del Campionato con i gasatissimi Dario e Francesco a mettere il Ioro quinto sigillo sulla serie. Secondi Lapo – Federico e terzi Paolino – Antonia. Poi Stefano – Paolo da Ravenna, il forte Gabriele Bernardis con a prua Margherita Bensa e i delusi Francesco – Reynolds comunque protagonisti. Un bel campionato con regate tiratissime e condizioni perfette, un Comitato di Regata molto attento e competente con il presidente Giovanni Colucci e i membri Riccardone Mazzotti e Ugo Onorato, ma soprattutto uno straordinario Circolo Vela Cesenatico che ha reso la manifestazione indimenticabile. Bello rivedere al piada uno dei suoi inventori, Giovanni Stella, alias John Star, alias Johnny Etrella, in regata con la figlia Alice e ben piazzato in classifica generale così come i coniugi Corrado e Daniela Perini da Chioggia. Emozionante la premiazione con alcuni speciali trofei dedicati a care persone che non sono più con noi. Il trofeo Challenge Patrizia di Gianmarco messo in palio da Gianfranco Piselli che da qualche anno vuole così ricordare la moglie, vinto dalla bravissima Stefania Padoan e poi la targa in ricordo di Gianluca Balboni, ottimo regatante di 470 negli anni settanta e recentemente scomparso. Una bellissima targa voluta dai suoi amici Maurizio Rinaldi e Riccardo Faccini e vinta dai giovani Carlo Prada e Tommaso Ranzi primi tra gli Juniores. Poi il tradizionale piatto di ceramica realizzato ancora da Maurizio Rinaldi per il timoniere vincitore del Piada Dario Bruni che lo ha ampiamente meritato, suo babbo Renato da lassù sarà felice. Simpaticissime le brasiliane Paola Prada e Daniela Naegelli, sempre affabile e sportive, che hanno organizzato al meglio le foto finali di rito in stile Don Q.

Ancora una volta: viva la Romagna!

P.S.: Vi aspettiamo a Riccione al “Mignani” del 23-24 Luglio