German Open classe Snipe, foto e commento da AVT

D71_7424.jpgUn bilancio positivo per il German Open classe Snipe disputato sul lago di Caldonazzo in un’intensa tre giorni dal 20 al 22 maggio nella splendida cornice del lago di Caldonazzo. La manifestazione internazionale organizzata dall’Associazione Velica Trentina (AVT), base di partenza da molti anni di un nutrito gruppo di appassionati del beccaccino, in collaborazione con l’associazione di Classe Snipe germanica è giunta ormai alla quindicesima edizione consecutiva. Anche quest’anno oltre ai padroni di casa, numerosi i velisti che sono venuti in trasferta da circoli velici di tutta Italia, dalla Germania, Belgio e Polonia. Sole, vento e concorrenti non sono mancati per la buona riuscita della regata consentendo al comitato di Gara di dare ben sette partenze:

D71_7429.jpgDAY 1. Venerdì. Un anomalo e debole vento da Nord ha consentito a fatica due prove, nella prima con un cedimento finale che ha comportato per diversi equipaggi un DNF per tempo massimo. L’attesa coppia belga Hens/Hansen vincitrice della scorsa edizione, parte subito bene con un primo e secondo, ma anche i padroni di casa AVT grazie alla “vecchia” gloria Gabriele Bernardis – ritornato questa stagione al timone dell’amato SNIPE – dicono la loro con una seconda posizione. L’equipaggio polacco Manczak Przemystan vince la seconda prova, bene anche i triestini Rochelli e Semec e i “Torbolani” Lambertenghi/Debiasi.

DAY 2. Sabato. Dopo graditi bagni di sole in barca e improvvisate “isole” di SNIPE quasi da Guinness per circa un’ora a raccontarsi aneddoti più o meno marinari, il vento buono arriva solo molto tardi. Il comitato di regata riesce comunque a dare due partenze con i belgi Hens + Hansen dominatori indiscussi della giornata, Giuliano Demattè con al fiocco Dei Rossi e Fantoni con Giovanna Gangitano si alternano al secondo posto mentre Manczak e Lambertenghi arrivano terzi nelle due prove.

D71_7376.jpgDAY 3. Domenica. La migliore delle giornate. Oltre ad un bel sole un buon vento bello e disteso hanno consentito ben tre prove molto veloci ed emozionanti, che hanno messo in luce la preparazione atletica e la capacità di concentrazione dei concorrenti. Protagonisti della giornata i Rockets (i triestini Fabio Rochelli e Daniela Semec) che centrano sapientemente i bordi migliori vincendo tutte le prove, la prima con notevole distacco da tutto il gruppo. Buona la prova di Antonio Bari (secondo) con prodiere il giovane nuovo capitano della flotta Punta Indiani Leonardo Franzini. Gli altri due sono appannaggio di Manu Hens e della sua prodiera Maj Kristin. I polacchi e i torbolani si alternano alla posizione tre mentre il campione nazionale di classe e Vice Commodoro SCIRA Pietro Fantoni, in ottima posizione, è costretto ad abbandonare per rottura della scotta della randa.

La classifica finale vede quindi al primo posto con numero velico BEL 31274 Manu Hens e Maj Kristin Hansen RYCB con 7 punti, al secondo con pochissimo scarto ITA 30983 Rochelli Fabio, Semec Daniela, S.V.BARCOLA GRIGNANO AS con 10 punti e terzi i polacchi POL 30644 Manczak Piotr, Przemystan Blaszka, ZLKS con 15 punti. Lambertenghi e Debiasi sfiorano il podio, tra i padroni di casa si piazzano nei primi dieci Bernardis/Casagranda, Bari/Franzini, e Piazza/Pedesini di Ledro. Da citare doverosamente l’unico equipaggio in rosa… su scafo azzurro con guidone AVT composto dal Segretario del Circolo organizzatore Maraner Ilaria con Lilly Osti come prodiera.

D71_7557.jpgAlla premiazione il Presidente AVT Roberto Emer ha ringraziato i numerosi concorrenti presenti, l’ottima Giuria presieduta da Gino Costantini, con Paolo Egua, Helmut Gelmini (Austria) e i giudici di casa Roberto Girardi e Paola Angeli nonché i numerosissimi volontari (i nostri “SHERPA”) – vero patrimonio della Velica Trentina – sapientemente coordinati dall’inossidabile Ammiraglio Dalmazio SAURO che hanno contribuito all’ottimo svolgimento della manifestazione. Sul palco il Vice. Commodoro SCIRA Pietro Fantoni, il Segretario Europeo Zbigniew Rakocy (per gli amici solo ZIBI), il Segretario di classe tedesco Günther Hautmann e con l’assessore del Comune di Pergine Sergio Paoli. Un ringraziamento particolare e un presente (spilla SCIRA d’oro) sono stati fatti a Herbert Hörterich, dal 2002 è incrollabile ponte di collegamento tra l’AVT e la SCIRA tedesca ed europea e responsabile organizzativo per AVT della manifestazione.

D71_7597.jpgIl vincitore belga Manu Hens ha ringraziato tutti con belle parole di apprezzamento per la manifestazione, non solo da un punto di vista sportivo e agonistico ma anche per la splendida ospitalità ricevuta e il bel clima di amicizia, disponibilità e calore umano che si sono creati in questi tre giorni, condiviso appieno anche dalla numerosa squadra polacca, annunciando sin da ora l’iscrizione per il 2017.

D71_7586.jpgUn arrivederci al G. O 2017 (16° German Open: 9 – 11 giugno 2017), senza dimenticare prima il prossimo appuntamento SNIPE a cura di AVT con il MASTER NAZIONALE 2016 nella splendida cornice del lago di MOLVENO tra due mesi ( 30 e 31 luglio), ove si svolgerà nel 2017, il 28, 29 e 30 Luglio anche la Snipe European Master Championship.

 

Per AVT articolo a cura di Ivano Dallaserra