Verbale di Assemblea

“Vigna di Valle 25 luglio 2014

Verbale Assemblea Ordinaria Classe Snipe

Il giorno 25 luglio 2014, in  Vigna di Valle, presso il Circolo Ali6, alle ore 10.14, il Segretario Nazionale, Francesco Fontana, dichiara aperta l’Assemblea dei Capitani di Flotta della SCIRA italiana.

Ordine del giorno

1. Relazione del Segretario sull’andamento della stagione in corso.

2. Conferma numero e durate delle regate Nazionali.

3. Durata e modalità di svolgimento stazze per il Campionato Italiano 2015

4. Programmazione attività 2015.

5. Varie ed eventuali.

Appello delle Flotte

Flotte presenti e regolarmente costituite:

888 Adriaco Fabio Steffè – barche 4

875 Aternum Gianfranco Piselli  – barche 7

335 Grignano Daniela Semec – barche 3

837 Macondo Ivo Gattulli  – barche 5

264 Monfalcone Enrico Michel  – barche 5

833 Orbetello Andrea Pesci  – barche 3

868 Planet Sail Roberto Tozzi- barche 15

415 Punta Indiani delega Antonio Bari – barche 22

48 Rimini delega Giuseppe Prosperi – barche 5

402 Romagna Alberto Perdisa – barche 18

606 Sistiana delega Stefano Longhi – barche 3

L’assemblea vede presenti 11 flotte in rappresentanza di 90 barche ed è pertanto regolarmente costituita.

L’assemblea nomina Antonio Bari Presidente ed Ivo Gattulli Segretario

Il Presidente (d’ora in avanti “Pres.”) chiede di passare immediatamente all’O.d.G.

  • Relazione Segretario sulla stagione in corso

Il Segretario nazionale Francesco Fontana espone la propria relazione evidenziando che la Classe ad oggi ha 135 barche iscritte, grazie anche alla nuova Flotta di Ceresio (Lago di Lugano)

Si registrano sofferenze a Roma dove si sono sciolte 3 flotte e ne è stata costituita una che raccoglie i soci rimasti e a Trieste che registra una diminuzione del numero di barche e dove la flotta Est-Nord-Est probabilmente si scioglierà il prossimo anno.

Le altre flotte rimangono più o meno stabili o con piccoli cali di iscritti.

La partecipazione alle regate principali è stata complessivamente buona, anche se a Sanremo ad inizio stagione è stata più bassa, mentre il German Open a Caldonazzo e il Piada Trophy a Porto Verde hanno avuto una buona partecipazione con circa 40 barche

Le regate con maggior partecipazione sono apparse quelle organizzate in località baricentriche, (evidentemente non c’è più tanta voglia di fare molti km.). Conta molto anche l’ospitalità del Circolo e l’accoglienza della località.

Al termine della relazione il Presidente chiede se ci sono interventi in merito.Stefano Longhi solleva il problema di quei Capitani di Flotta che non si impegnano a sufficienza per la promozione e sostiene che bisognerebbe suggerire alle Flotte di sostituirli. Serve gente entusiasta.

La Relazione, messa ai voti, viene approvata all’unanimità.

  • Conferma del numero e della durata delle regate Nazionali

Il Segretario chiede conferma in merito alla formula delle Nazionali usata quest’anno e se siano meglio due trasferte da tre giorni o tre da due giorni come in passato.

Secondo Enrico Michel Sanremo è stata penalizzata in quanto troppo lunga e troppo costosa, la scelta di tre giorni va benissimo per il Piada.

Per Antonio Bari le regate di tre giorni alleviano il problema delle lunghe trasferte (ce n’è una in meno), ma richiedono un impegno di tempo maggiore (se deve prevedere di partire il giovedì).

Il Segretario chiede di votare la conferma della formula in vigore nell’anno in corso.

L’assemblea approva la conferma della formula usata quest’anno, con voto contrario della sola Flotta Planet Sail, pertanto nel 2015 la formula delle Nazionali sarà identica a quella vigente.

Interviene Antonio Bari con una proposta per agevolare la partecipazione. Nelle regate di tre giorni sarebbe opportuno far partire per la prima prova del primo giorno non prima delle 14, per consentire di arrivare direttamente la mattina del primo giorno.

Interviene Giuseppe Prosperi secondo cui nelle regate in coda alla stagione ci sono troppe poche ore di luce per far partire la prima regata dopo le 14.

Per il Segretario in realtà le regate di 3gg sono abitualmente in una stagione con molta luce (maggio – giugno).

Giuseppe Prosperi suggerisce di evitare di esporsi a rischi con regate di 3gg ad inizio/fine stagione.

Esaurito l’argomento, il Segretario si farà carico di contattare i Circoli organizzatori in merito alla proposta.

  • Durata svolgimento stazze al Campionato Italiano

Il Segretario nazionale evidenzia che attualmente il Campionato Italiano dura 5gg. e che ha avuto da più parti istanze per cercare di ridurne di un giorno la durata.

Chiede di valutare la possibilità di ridurre di 1gg l’impegno senza eliminare le stazze o ridurre i giorni o il numero delle regate.

Per Stefano Longhi la soluzione potrebbe essere tornare a dar forza al Capitano di flotta e far lavorare il suo Stazzatore. Le barche devono arrivare al Campionato Italiano perfette, e le stazze si possono prevedere a campione. Si potrebbero prevedere delle tolleranze sulle misure per non squalificare chi viene trovato fuori stazza di poco.

Fabio Rochelli sottolinea che non tutte le Flotte hanno uno stazzatore.

Gianfranco Piselli concorda le barche devono arrivare al Campionato certificate dallo Stazzatore di Flotta.

Antonio Bari ribadisce che è giusto che chi vuole fare l’Italiano controlli la barca prima e DEVE esserci uno stazzatore di flotta che lo faccia. Auspica che si possa aggiornare la lista stazzatori.

Stefano Longhi propone di costituire un Comitato per proporre un sistema di stazze per il Campionato Italiano studiato prima di novembre per lanciare una riforma di sistema.

Il Comitato sarà composto da Stefano Longhi, Antonio Bari e Giovanna Gangitano.

Giuseppe Prosperi suggerisce di lasciare la possibilità di dichiarare la volontà di farsi stazzare la barca al Campionato Italiano (a pagamento); chi arriva già stazzato in Flotta sarebbe sottoposto solo al controllo a campione durante l’evento.

Il Segretario conferma l’istituzione del Comitato suddetto per portare una proposta concreta all’Assemblea di novembre.

  • Programmazione attività 2015

Introduce l’argomento il Segretario nazionale pregando tutti di non dimenticare che è la stagione dei Mondiali di Talamone

Sono state presentate 4 candidature per il Campionato italiano, svariate per le Nazionali di 3 gg. e nessuna per la Nazionale di 2gg.

Le  candidature per il Campionato Italiano sono:

Rimini: 6 dal luglio in avanti (6 -13).

Talamone: entro il 20 giugno

Monfalcone: organizzazione congiunta tra Hannibal e SVOC, ampia scelta di date. Enrico Michel precisa che Hannibal è un’ottima location con spazi a terra, ristoriazione, foresteria  (eccetto in Agosto), scivolo capiente, campo di regata Monfalcone

Barcola: da Aprile ad Agosto.

Tutti i suddetti si offrono eventualmente anche per Nazionale di 3gg. e il Campionato Italiano Jr.

Si apre la discussione.

Alberto Perdisa: la nostra Zona che fa tanto per lo snipe non ha il Campionato Italiano da anni, però c’è Talamone da tener presente considerato il Mondiale. Poi ogni candidatura è legittima, compresa Trieste, anche se ha organizzato di recente il Campionato Italiano a Muggia.

Fabio Steffè: l’Italiano è sempre stato il baricentro dell’attività. Quindi sarebbe opportuno che fosse in date molto vacanziere.

Roberto Tozzi: se dobbiamo fare una nazionale di 3gg a giugno è meglio un Italiano, non c’è un aggravio particolare.

Antonio Bari: l’Italiano a giugno non consente di fare lo Jr perché è ancora periodo di scuola. E’ prevista una Nazionale a Talamone a settembre e l’eventuale regata di selezione a giugno 2015 (in alternativa al Campionato Italiano) è sufficiente per provare il campo di regata.

Il Campionato del Mondo potrebbe darci fino a 20 posti a disposizione con i ripescaggi, per cui c’è un’urgenza di selezionare molto minore che nel passato (l’Italia ha 7 posti a disposizione come stabilito dal DoG, ma in caso di riapertura delle iscrizioni potrebbero essere molti di più).

Giuseppe Prosperi: finora ci siamo focalizzati sulle esigenze degli equipaggi senior e di quelli che vanno ai Mondiali. Non abbiamo parlato di una parte dei regatanti che mi sta molto a cuore, gli Jr.: pensiamo a un luogo che sia appetibile anche a loro.

Alberto Perdisa: in zona abbiamo fatto un buon lavoro sugli Jr. che sta dando qualche frutto.

Si passa quindi alla votazione, con eventuale ballottaggio tra le due località con il maggior numero di preferenze.

Ottengono voti: 52 Rimini (da confermare 6 al 13 luglio con Campionato Italiano Jr. a seguire), 23 Talamone (secondo classificato). Alla luce del risultato (Rimini ottiene la maggioranza assoluta) non si procede con il ballottaggio.

Anche a seguito di numerose osservazioni riguardo all’organizzazione delle ultime manifestazioni a Rimini, Giuseppe Prosperi si impegna a verificare con il direttivo del Club Nautico le condizioni minime richieste dalla classe, che prevedono le barche all’interno del piazzale del CN Rimini

Il Segretario conferma anche il suo impegno per ottenere una logistica migliore. Se così non fosse a novembre si potrebbero fare scelte alternative.

Si passa poi alle candidature per le Nazionali di 3gg:

Barcola ampie date

Monfalcone ampie date

Santa Margherita Ligure maggio-aprile (candidatura rimandata al 2016)

P.ta Ala (Camping) maggio

Talamone (fine maggio primi giugno) già assegnata a seguito della scelta di Rimini.

Gaeta giugno

Livorno, Trofeo Acacdemia Navale 1-3 maggio.

Dopo ampia discussione si passa alla votazione che vede la prevalenza di Livorno con 63 voti su 90.

Viene ribadito che la proposta si riterrà valida se si verificheranno le condizioni fatte dall’organizzazione (barche all’interno del villaggio e non ad Antignano o in altra località periferica come in passato).

Talamone potrebbe essere la prima di giugno o l’ultima di maggio. Antonio Bari solleva il problema della concomitanza con il German Open alla fine di maggio. Il Segretario proporrà di spostare Talamone al 12-14 giugno. Si rimane in attesa di conferma da parte del Comitato Organizzatore.

Il Segretario chiede quindi quali siano le preferenze per la data della terza nazionale, se pre o post mondiale.

Enrico Michel propone Monfalcone (Hannibal) all’inizio di settembre.

La candidatura è accettata all’unanimità, salvo verifica dell’effetiva disponibilità da parte del Circolo.

Il Campionato Italiano Master è assegnato a Bracciano (unica candidatura) a fine luglio, con l’organizzazione del Circolo Planet Sail.

Fabio Rocchelli e Daniela Semec lamentano di non aver potuto proporre Barcola perché non pensavano che si decidesse anche la località del Campionato Italiano Master.

Non essendoci altr altri argomenti in discussione, l’Assemblea si chiude alle ore 12.06 del 25 luglio 2014

Il Presidente dell’Assemblea Antonio Bari

Il Segretario dell’AssembleaIvo Gattulli”