Favini e Coccoluto, due grandi campioni (che vanno in Snipe..!)

Coccoluto

Alberto Perdisa c’invia un suo commento sulle  prestazioni di due  velisti che hanno militato anche con lo snipe.

Favini e Coccoluto, due grandi campioni (che vanno in Snipe..!)

Il primo è Flavio Favini, un velista dal palmares notevolissimo, che ha vinto nelle acque australiane di Geelong il suo secondo campionato mondiale Melges 24, dopo il successo del 2001.

Ricordiamo Flavio in regata al Criterium di Sanremo qualche anno fa con a prua il figlio. Parlai a lungo in quell’occasione con il campione di Luino che si dimostrò entusiasta dello Snipe.

Ora Flavio ha appena restaurato lo splendido Snipe d’epoca di famiglia e speriamo di vederlo in acqua a Sanremo dove troverà altri “violini” in legno ad aspettarlo. Su Snipe Today troverete le foto del suo Beccaccino.

Il secondo campione è Giovanni Coccoluto che non ha vinto ma si è piazzato al sesto posto nei Laser nelle regate Isaf Sailing World cup di Miami in Florida. Pensate che il giovane talento di Muggia, in alcune prove ha battuto un tal Robert Scheidt e che ha preceduto poi nella Medal Race e in classifica generale Pavlos Kontides medaglia di argento a Londra.

Ricordiamo Giovanni  in Snipe, quarto al Mondiale Juniores del 2011 assieme a Nico Gerin e poi ancora, assieme a Pietro Parisi, quarto a Cervia all’europeo junior 2012, risultati che con un pizzico di fortuna avrebbero potuto essere migliori. 

Nella stessa regata di Miami buona prova, visto l’altissimo livello, di Alessio Spadoni che ricordiamo per l’ottimo debutto in Snipe al campionato italiano 2012 di Arco.  

 

Alberto Perdisa