Report di ITA 29685

foto di Annarosa Amati

foto di Annarosa Amati

Il Campionato Europeo Master visto da Poggi e Vanni
Vero grande protagonista di questo campionato è stato il nostro lago di Bracciano, che si è confermato essere, qualora ce ne fosse stato bisogno, una location perfetta per disputare competizioni ad altissimo livello durante i mesi estivi, regalandoci anche stavolta condizioni senza alcun bordo obbligato, regate tatticamente del tutto aperte ed intensità di vento tra gli 8 nodi e i 15 nodi, talvolta anche più di 18.
Aggiungeremmo inoltre la bellezza dei paesi intorno Bracciano e la totale tranquillità con la quale si poteva parcheggiare o cenare, cosa impossibile in altri luoghi nel mese di Agosto. Ci fa quindi molto piacere la notizia, giunta dalla recente Assemblea di Classe, di tornare a disputare il Campionato Italiano Snipe l’anno prossimo, dopo 9 anni, proprio a Bracciano.
Onore al merito ai vincitori, gli spagnoli Borras-Bats, che si erano ben preparati per questo evento sia per quanto riguarda i materiali (vele, alberi, crocette e barca nuovissimi) sia per la condizione atletica (vedendo come cinghiavano!), non da ultimo hanno bordeggiato bene e soprattutto hanno fatto pochissimi errori.
Per quanto riguarda noi, seppur molto contenti dell’ottimo secondo posto, paghiamo sicuramente lo stop di un anno, praticamente dal quel memorabile 3° posto all’Europeo Assoluto di Cervia. A dirla tutta in barca 2 giorni prima della prima prova ci siamo saliti, per un paio di uscite, usando gli stessi materiali dell’Europeo di Cervia e grazie alla velocità dimostrata in tutte le condizioni (e qui un sentito grazie va alla nostra veleria Speed Sails, che ci ha fornito delle vele perfette già da Cervia) siamo stati sempre nei primi posti anche se avremmo potuto lottare in maniera più incisiva: abbiamo commesso qualche errore di troppo che poteva essere benissimo evitato con un po’ di allenamento non solo fisico ma soprattutto di testa.
Conclude il podio l’ottimo equipaggio Michel-Ruggiero, sempre attenti e veloci: hanno tenuto duro fino alla fine e hanno meritato il risultato!Vale la pena sottolineare l’ottima organizzazione e lo staff messo a disposizione dall’AVB, con il Presidente Alberto Passariello sempre in primissima fila sia in acqua che a terra, la Segreteria poliglotta (in due parlavano quattro lingue diverse), l’assistenza coordinata dai soci volontari del circolo, sempre puntualissima nell’eseguire quanto disposto dal Comitato di Regata, la cui gestione per rapidità è precisione è stata inappuntabile.
Per noi è stata la prima volta ad un evento Master e abbiamo apprezzato lo spirito e la correttezza che si respirava. Abbiamo avuto modo di confrontarci con diversi equipaggi che si sono alternati con noi nel gruppo di testa, cosa che ti porta a dover calibrare la conduzione del mezzo e la tattica in base ad un avversario ogni volta diverso come modo di condurre la regata: chi dotato di migliore velocità, chi di un bordeggio più attento, chi investito accidentalmente dal salto giusto al momento giusto, tutti comunque prontissimi a difendere la posizione guadagnata.
Insomma se non s’è capito ci siamo divertiti, e tanto, cosa che ci è di gran stimolo per tornare in campo la prossima stagione.
Sicuramente è importante la novità dell’Europeo Open, sulla quale ammettiamo di avere qualche riserva, ma che oggettivamente consentirà a tutti di scegliere dove andare a regatare (e quindi prepararsi) sulla base di elementi puramente tecnici, liberi dopo tanti anni da calendari di qualificazione a volte velicamente discutibili.
Ci vediamo ad Anzio! Ita 29685                                                                                           Qui  le foto di Annarosa Amati    https://picasaweb.google.com/labiondaclo/SnipeEuropeanMaster2013_pics