German Open, Campionato Sud Europeo – Resoconto

Ecco il resoconto di Andrea Piazza del German Open:
Difficile fare un report completo del German perché oltre a una regata è un evento. Divido quindi il resoconto per argomenti:
Tempo: le ultime edizioni erano state caratterizzate da piogge e temporali e  freddo… quest’anno invece il meteo è stato clemente e per tre giorni non si è vista una goccia. Qualche nuvola ma nulla di più e temperature decisamente estive…. una gran fortuna perché lunedì è piovuto tutta la mattina con temperature sui 12°C.
Vento: Venerdì debole da nord, poi assente e dopo le 18.00 moderato da Sud. Sabato bella brezza con raffiche anche da 8 m/s. Domenica debole vento da sud, molto variabile sia in direzione che intensità.
Giuria: Gino Costantini (coadiuvato da Egua, Girardi e Apostoli) è stato bravissimo sabato e domenica facendoci disputare sei prove e spostando il percorso in quasi tutte. La prima prova della domenica è stata ridotta per un calo del vento. Veramente bravo. Venerdì qualcuno (me compreso) si era molto lamentato perché il vento era stato veramente birichino e la giuria sembrava essersi fatta un po’ ingannare… ma sabato e domenica Costantini è stato veramente bravo.
Trattamento riservato ai regatanti: a fronte di 75€ di tassa d’iscrizione (40€ per gli juniores) abbiamo avuto due sacche, pranzo e cena sia venerdì che sabato, mentre domenica pranzo e panini con wurstel al rientro che hanno costituito almeno per me la cena… sabato sera musica dal vivo con i coniugi Emer e Rocchelli scatenati fino a mezzanotte (attendiamo di ricevere il video) (solo di vitto ho speso meno che rimanere a casa).
Regate: nella classifica siamo in 38 ma alcuni hanno partecipato solo a una regata… comunque più che alle ultime nazionali. Il livello dei primi è alto grazie alla partecipazione dello squadrone belga, i Rokets, Lambertenghi e Bari. Venerdì un prova ridotta alla seconda bolina con debole vento da nord – nordest mai visto a Caldonazzo… buchi mostruosi alternati a refolini… in molti usciamo scontenti..  Sabato tre belle prove da un’ora l’una con vento a tratti forte e tutto sommato stabile come direzione. Domenica decisamente più variabile e debole. La prima prova della domenica è ridotta alla seconda bolina le altre 2 sono complete. Domenica si rientra alle 17.00 e la premiazione è alle 18.00… la gente parte alle 19.00… un po’ troppo tardi se vogliamo trovare il pelo nell’uovo… ma c’era vento e la partenza dell’ultima prova è stata data prima delle 16.00 come previsto.
Curiosità: i supercampioni vincitori assoluti attaccano il numero nel verso sbagliato… l’avranno fatto apposta? (vedi foto). Michel ha dato la colpa a Hens…. chissà fatto sta che il numero è storto….
Bello vedere tanti locali in acqua anche se fa un po’ arrabbiare che non si muovano mai… Bello vedere i tedeschi venire a Caldonazzo per il loro campionato nazionale, bello incontrare Turchetto da Rimini e vedere l’inossidabile Renato Bruni sempre nella mischia, bello vedere che da Trieste Michel, Irredento e i Rokets abbiano portato due nuovi equipaggi: Sciancalepore Felice ed Apollonio Chiara oltre ai simpaticissimi Levantini Fulvio e Gianolla Alessandra. Bellissimo vedere Stahl col figlio a prua vincere una prova ed arrivare secondo in un’altra. Ottimi i  giovani Libardi / Froesa (che quando mi sono avanti mi virano sempre sopra le vele!!)… purtroppo il timoniere tra poco andrà in Australia e non potrà partecipare ai prossimi campionati juniores. Peccato che la mitica brasiliana Bibi non abbia trovato prodiere e quindi abbia dovuto rinunciare…
Si chiude quindi una delle edizioni più fortunate del German Open che rimane da anni una delle regate più importanti della nostra stagione grazie soprattutto al suo promotore ed attuale presidente dell’AVT Herbert Hoerterrich.