Il Commodoro della SCIRA Internazionale Don Bedford

Carissmi, come forse già sapete, il Board della SCIRA INTERNAZIONALE è stato rinnovato: oltre alla nomina del nostro Pietro Fantoni nel ruolo di Segretario e la conferma di Giorgio Brezich a capo del Comitato per le Regole, fanno parte del Board con diritto di voto anche Don Bedford  (USA), Commodoro, Ricardo Lobato (BRA), Vice Commodoro, Zbignew Rakocy (POL), Segretario Europeo, Gweneth Crook (CAN), Segretario Generale dell’Emisfero Occidentale e Renee Bartel (USA), Tesoriere.


Photo courtesy: http://donbedford.ontheroad.to/2011snipeworlds/

Qui le altre cariche del Board della SCIRA.
Sul sito snipetoday.org è stato recentemente pubblicato un articolo del Commodoro Don Bedford, nel quale, dopo aver descritto le novità in cantiere relative alla stecca della randa, si sofferma sull’importanza di estendere il più possibile la base di chi veleggia in snipe facendo provare il beccaccino a più persone possibile. In piena sintonia col pensiero del Commodoro è quindi con piacere che proponiamo l’articolo pubblicato su snipetoday.org gentilmente tradotto dall’amico Ivo. Silvia Pederiva

“Un Felice Anno nuovo a tutti gli snipisti sparsi per il mondo. Come detto nel mio articolo apparso sullo Snipe Bulletin e sul blog, noi tutti dobbiamo un grande ringraziamento a Luis Pessanha per i suoi ultimi due anni alla guida della Classe, con l’auspicio di vederlo in acqua quest’anno. Vorrei dire che, come Commodoro, continuerò a postare sul blog gli aggiornamenti tanto sulla Classe quanto sul mio punto di vista riguardo agli argomenti che potrebbero essere di interessere ai molti amici snipisti. Al momento c’è la questione di una nuova regola, sulla quale sta lavorando il Rule Committee, riguardo alla lunghezza delle stecche della randa. Una cosa simile fu fatta dalla Classe Star pochi anni fa e per quanto ci riguarda non abbiamo in mento di cambiare il profilo della randa ma solo di renderla più longeva. Ho utilizzato un prototipo (di questa nuova randa) in una regata poche settimane fa e l’ho trovata più facile da regolare. La balumina non stalla con la consueta facilità ed immagino che uno skipper nuovo della classe avrà la randa stallata meno spesso con la stecca (alta) passante. Ho pensato che nelle andature portanti “potrebbe” essere un po’ più vicina alla penna ma non ho notato differenze di velocità. Vi terrò aggiornati sulla decisione finale del Board. Tenete a mente che siamo tutti d’accordo nel volere l’attrezzatura (la randa) più longeva mantenendo lo stesso aspetto e le stesse sensazioni dello snipe quale è oggi. Inoltre vi prego di fare tutto quanto possiate per accogliere al meglio nuovi velisti nella vostra flotta. Credo sia questo che renda la nostra Classe così speciale, ma sta alle singole persone fare un’extra-sforzo per far crescere la Flotta e la Classe un velista alla volta. Ci vediamo in acqua. Don”.