Snipe Open Day a Molveno: il resoconto di Marco Dei Rossi

Dei RossiDurante lo svolgimento della regata zonale Snipe, organizzata dall’Associazione Velica Trentina, presso la sede di Molveno (27-28 Luglio) l’Associazione Velica Trentina si è impegnata attivamente anche nell’organizzazione di un Open Day della classe.
Lo scopo dello stesso è stato la divulgazione della vela come piacere intrinseco di solcare l’acqua e non solo come sport agonistico, improntato unicamente sulle regate definite importanti. L’emozione di provare la vela con degli esperti a bordo, di vedere in modo diverso il paesaggio sfruttando a proprio favore gli elementi naturali è stato rafforzato dalla splendida cornice naturale che è il lago di Molveno.


L’Associazione Velica Trentina ha messo a disposizione alcune imbarcazioni classe SNIPE (chiamate simpaticamente beccacce o beccaccini) e altrettanti timonieri per far divertire i tanti turisti presenti sul lago interessati a provare la vela, ma anche per conoscere meglio la classe (almeno per coloro che non l’avevano mai vista prima).
Il contesto di Molveno e le numerose adesioni hanno fatto sì che l’evento venisse diviso in due giornate. Il sabato gli iscritti sono stati portati in barca ad uno ad uno con turni di circa 15min principalmente a prua ma anche (per coloro che erano già capaci di andare in barca e volevano conoscere meglio le caratteristiche dello Snipe) anche al timone. Tutti, compresi i più piccoli, si sono divertiti e hanno veleggiato in sicurezza, capendo i fondamentali della vela nelle acque del lago che è parte integrante della natura stessa.
Il numero di iscritti all’evento è stato notevole, infatti, avrebbe dovuto durare dalle 17 alle 19, ma si è protratto ben oltre l’orario prestabilito, nonostante il gran numero di barche messe a disposizione. Inizialmente, un po’ titubanti per le previsioni meteo, si contavano solo 13 pre-iscritti ma grazie al commento della regata svolto da terra
dall’instancabile Fabio Stacchini (che ringraziamo per l’egregio lavoro), al tempo che ha retto più del previsto ed alcuni volenterosi prodieri che, ancora in muta hanno invogliato le persone a provare l’attività, si é raggiunto un numero di partecipanti superiore a trenta. In conclusione, tutti, dai 12 anni in su e diversi nostalgici della vela, che avevano abbandonato per l’esasperazione agonistica delle loro precedenti classi di appartenenza, hanno gustato il piacere di questo sport, della natura e del clima conviviale che si può respirare in Snipe.
Nella giornata di domenica, nella mattinata, è stato invece possibile apprendere qualche nozione tecnica con delle dimostrazioni a terra di “armo e disarmo” e descrizioni delle manovre principali approfittando del supporto didattico dell’amico esperto Antonio Bari che si è gentilmente prestato. Causa la pioggia battente della domenica mattina i partecipanti non sono stati molti, ma il nostro “professore” ha avuto comunque un bel gruppo di persone da intrattenere compreso anche qualche regatante incuriosito e “ansioso” di carpire qualche novità e trucco del mestiere.
Il tutto è stato possibile grazie all’impegno dell’Associazione Velica Trentina che si è spesa per renderlo possibile, ed esprimiamo gratitudine a tutti coloro che si sono resi disponibili sia in acqua che a terra. Ma soprattutto grazie ai partecipanti che hanno voluto provare lo SNIPE. Snipe quindi non solo come competizione, ma anche come
disciplina condita con un sano divertimento stando in compagnia.
Questo format sembra funzionare e già qualcuno ci ha contattato per riprovare lo SNIPE a Caldonazzo, magari in qualche prova della nostra storica e, in senso buono, invidiata “FANCUP”.
Speriamo di veder crescere sempre di più la classe SNIPE con il contributo di tutti, ma soprattutto dei giovani che speriamo di vedere sempre più numerosi sicuri che con il loro entusiasmo e un giusto spirito di gruppo sapranno dare nuova linfa all’attività dell’associazione e a tutto il movimento velistico.
Un arrivederci al prossimo evento.

Marco Dei Rossi