Hall of Fame 2020

Un grande onore per la Classe Italiana apprendere che Giorgio Brezich è stato inserito nella Hall of Fame, che per il 2020 ha premiato 8 Snipisti (10 lo scorso anno e 5 per i prossimi anni) che hanno contribuito a rendere grande la nostra Classe.

http://www.snipetoday.org/articles/exchange-views/2020-hall-of-fame-inductees/

https://snipe.org/

Questi i premiati 2020

Giorgio Brezich (ITA)

Giorgio Brezich, nato a Trieste nel 1940, ha iniziato ad andare in Snipe molto giovane. “La mia storia sullo Snipe inizia quando avevo sei anni ed ho cominciato a fare da prodiere non per mia bravura, ma per il mio scarso peso.”

Come velista Giorgio ha vinto in tutto 3 titoli italiani juniores e 9 titoli italiani assoluti. Ha inoltre ricoperto il ruolo di Segretario nazionale italiano dal 1988 al 1995 e ha passato molti anni nel Board of Governors della SCIRA internazionale, con un mandato come SCIRA Commodore nel 1996. E’ stato Chairman del Rules Committee per quasi due decadi e ha aiutato a rendere più chiare e uniformi le regole di stazza. Questo interesse probabilmente risale ai Campionati europei juniores del 1959, come egli stesso ricorda con questo aneddoto:

“Per motivi di viaggio il prof. Vidulich (nostro accompagnatore), il prodiere Franco Ostoich e io arriviamo sul posto all’ultimissimo minuto, a stazze ormai concluse. Però eravamo attesi e quindi, per far le cose più in fretta, io mi sono occupato della barca e Franco delle vele. Ad operazione conclusa, barca tutto a posto e le vele quasi tutte fuori stazza. Allora non c’era limite e quindi avevamo presentato cinque mute complete e di queste solo una era stata accettata, le altre risultavano tutte “troppo piccole”. Dopo lunga e accurata indagine, sono venuto a sapere che lo stazzatore aveva predisposto i segni di randa e fiocco a terra e che tutto quello che non coincideva veniva rifiutato. Non era corretto, ma potevo io, a 19 anni, andare contro uno stazzatore internazionale? Per fortuna era presente Vieri Lasinio (Segretario Nazionale italiano ed Europeo) al quale spiegai l’errore commesso dallo stazzatore e, dopo lunga discussione con lo stazzatore stesso, la ebbe vinta e vennero rimisurate tutte le vele. Allora mi sono riproposto di entrare nel sistema per avere voce in capitolo”.

Il primo Snipe con cui Giorgio naviga è “Quarner”, di proprietà del suo club, la Triestina della Vela. Vince il suo primo Campionato italiano juniores nel 1957 a Riva del Garda con Franco Ostoich, suo prodiere su “Bon II” #6370.

Nel 1957 Giorgio vara il Barbanera I #11012, costruito da Aldo Brezich (il papà di Giorgio), su progetto di Giuseppe Fabian, carpentiere capo del Cantiere Navalgiuliano a Porto Lido. Con questa barca Brezich e Ostoich vincono altri due Campionati Juniores nel 1959 e nel 1960. Seguiranno Barbanera II #11593 nel 1960, Barbanera III # 13908 nel 1963, disegnato da D’Isiot e costruito in okoume dal padre di Giorgio, e Barbanera IV #15790 nel 1966. Con queste barche Giorgio vince il Campionato italiano nel 1967, 1970 e 1973 con Giorgio Ferin. Nel 1972 vince il Campionato Sud Europeo con Roberto Vencato e nel 1973 il Campionato del Mediterraneo con Sergio Morin.

Nel 1973 Giorgio, sempre attento alle innovazioni, compra la prima barca in vetroresina uno Skipper, cui seguiranno alcuni Lillia e infine i Persson. Con queste barche in vetroresina Giorgio continua la sua rotta vincente ai Campionati italiani nel 1974, 1976 e 1978 con Piero Napp, nel 1979 e 1981 con Marco Penso e nel 2000 con Lucio Penso.

Giorgio ha ricoperto il ruolo di Segretario nazionale italiano dal 1988 al 1995, ma è conosciuto in tutto il mondo per i molti anni di attività nella SCIRA internazionale. E’ stato membro del Rules Committee dal 1988 al 1995.

Nel 1996, dopo i Mondiali Snipe di Rimini nel 1995, è stato eletto Commodoro della SCIRA. Sul numero di gennaio 1996 dello Snipe Bulletin, ha scritto: “E’ un grande onore e un piacere essere eletto in un ruolo così importante nell’organizzazione della Classe Snipe. … Inoltre, il 1996 sarà il 50 anniversario dell’inizio della mia carriera velica sullo Snipe, poiché ho iniziato a sei anni ed è una fantastica coincidenza essere Commodoro quest’anno! L’essere stato coinvolto nella classe per così tanto tempo significa che ho visto personalmente l’evoluzione delle barche, delle attrezzature e delle vele. Io credo nell’evoluzione senza una traumatica rivoluzione. Lo Snipe deve mantenere la sua filosofia, ma accettare la tecnologia del momento. Selezionando con attenzione le innovazioni manterremo lo Snipe sempre aggiornato e attrattivo per i migliori campioni e per gli equipaggi familiari che sono il cuore della nostra Classe.”

Dal 1997 al 2012 è stato Presidente del Comitato delle regole (Chairman of the Rules Committee), vigilando sulle regole di classe con estrema competenza e rigore. Sempre presente agli eventi internazionali, ha tenuto seminari e workshop sulle tecniche delle operazioni di stazza a San Diego, Santiago de la Ribera, Punta del Este, Porto, Rungsted e in altri luoghi. Ciò ha notevolmente aiutato la classe a unificare le tecniche di stazza in tutto il mondo.

Grazie al suo duro lavoro, le regole di Classe sono state aggiornate e rese più chiare. L’ultima bozza del Rule Book è l’ultimo regalo di Giorgio e dei suoi colleghi del Rules Committee.

Giorgio si è ritirato dalle regate nel 2010, ma ha continuato la sua attività nello SCIRA Board of Governors fino al 2012 e anche dopo come stazzatore; segue ancora attivamente la Classe Snipe ed è un’inesauribile fonte di consigli grazie alla sua esperienza e competenza tecnica. Festeggia il suo 80° anno nel 2020, come inductee nella SCIRA Hall of Fame.

Barbanera I

Dall’archivio di Giorgio Brezich

1 Barbanera 1 1957 copia
 Trieste 1957 – Varo e benedizione

Barbanera I

Numero Velico: 11012

Costruttore: Aldo Brezich

Varata a Trieste, presso la  Società Triestina della Vela nella primavera 1957

Skipper: Giorgio Brezich

Barbanera I è stato costruito da Aldo Brezich (il padre di Giorgio),sui piani del cugino  Giuseppe Fabian, maestro d’ascia del Cantiere Navalgiuliano, a Porto Lido. Durante i  weekends  Renato Zuliani, Danilo D’Isiot e Mariano Craglietto, tutti costruttori di barche ed esperti snipisti, spesso venivano a seguire i lavori su Barbanera I

 

1 Barbanera 1 1957 copia
Trieste, 1957 – Varo e benedizione

1+ Barbanera I 1957 copia
Trieste, 1957 -Varo e benedizione

2 Barbanera 1 Vada con Rinaldi copia
Brezich – Rinaldi a Vada in Toscana

8 Barbanera I con Arnaldo Mazzoni 1 copia
Giorgio Brezich e Arnaldo Mazzoni a Trieste (con un altro numero velico)

12 Barbanera I planando copia
Barbanera I in planata a Trieste

Fonte http://www.snipetoday.org/