Moscenicka Draga: Sipar Internationa Regatta

Moschiena

In mostruoso ritardo….

Dopo un 5 ore di viaggio, col giovane allenatore Luca Cattarozzi, arriviamo a Moscenika dove Nikola, Herbert e signora ci attendono. Scarichiamo, mettiamo su il palo, doccia e pronti per la cena al Pescaria a festeggiare Herbert e Teresa con i Zua, Flo, Gasp e due loro amici, Settimio ed Emanuele. L’accoglienza che ci ha riservato Nikola è fantastica a cominciare dall’accesso con la macchina al porto che sarebbe a pagamento ma per i regatanti è gratuito grazie ad un accordo col comune. Avevo ospitato Nikola quando era venuto al german e lui mi ospita in un appartamento favoloso. La macchina ed i carrelli li possiamo lasciare gratuitamente: si occupano loro di portarli in un prato vicino e riportarceli la domenica.

Continua a leggere “Moscenicka Draga: Sipar Internationa Regatta”

Zonale Ricccione – Trofeo De Carolis

GruppoSchiacciante vittoria dell’equipaggio Giuseppe Prosperi –Marco Onorato nelle acque di Riccione per la seconda regata della stagione in Romagna valida per il prestigioso trofeo realizzato da Giovanni De Carolis in memoria del fratello Mattia.  I due romagnoli, a bordo del loro DBR1 hanno vinto tutte le 5 prove in programma con una superiore velocità e ottime scelte tattiche guadagnando mano a mano un buon margine in ogni prova su un nutrito gruppo di barche  in lotta a coltello a ogni boa e a ogni bordo.  Sempre incerte le regate alle spalle dei dominatori ma decisamente più in forma e concreto l’”Ammiraglio” Paolo Fuzzi con a prua il forte figlio Davide, già rigger di Luna Rossa e regatante di livello internazionale;  i due riccionesi  hanno infatti  conquistato il secondo posto in classifica generale. Ottimo il terzo posto di Claudio Guadagni con Stefano Selleri a precedere Francesco Rossi –Marco D’Ambrosio non del tutto a loro agio sulla barca utilizzata per queste regate. Buoni spunti anche da Marco Zaoli e Marco Prosperi autori di alcune ottime boline. Perfetto l’operato del Cdr presieduto da Franco Pagliarani e sempre stupenda l’accoglienza del Centro Velico Città di Riccione con tutto il suo staff e della famiglia Onorato. Regatare in Adriatico in questa stagione è un vero piacere così come ritrovare ogni volta vecchi amici. Ora la Romagna degli Snipe si sposterà a Rimini per la storica Coppa Tamburini in programma per il prossimo fine settimana.

Classifica Riccione

3 snipisti in oceano

11 giugno 2018

Buongiorno .

Abbiamo superato la dorsale dell’alta pressione tagliandola in un punto stretto per cui sono stati sufficienti due giorni di motore ( circa 320 miglia) . La pressione è scesa e nelle prime ore della mattina è apparso il vento . Continuiamo comunque a salire  per collocarci in un corridoio d’aria più fresco tra l’alta pressione e la bassa più a nord in base all’evoluzione prevista. L’alta pressione è il vero deserto , milioni di chilometri quadrati di calma. Nessuna barca a vela ci entrerebbe, però, per poche miglia è stato bello come vi ho detto ieri e alla fine ci siamo anche fermati per un tuffo. Seimila metri di blu intenso in un cielo azzurro cosparso di cumuli rosa, grigio chiaro e azzurro . Sembrava davvero di galleggiare nell’infinito.

Infinito invece non era il nostro coraggio e quindi siamo risaliti dopo essere stati attaccati alla barca (ferma) come cozze. Non si sa mai!

A domani
Andrea Gian Marco e Krantz.

Puntualizzazioni di Antonio Bari

IMG_6948

Numeri velici: dallo scorso anno non è più obbligatorio utilizzare il numero velico della barca o quello di una barca di cui si è proprietari. Unica limitazione quella che il numero deve essere reale (quindi di una barca esistente) e soprattutto che il numero corrisponda ad una barca che ha pagato l’associazione per l’anno in corso. Questo vale per qualsiasi regata a qualsiasi livello.

3 Snipisti in oceano

Buona Domenica.

In questo momento stiamo attraversando la dorsale dell’anticiclone . Ciò significa ancora un giorno di motore . Dopo tre giorni di sbandamento si apprezza la possibilità di appoggiare un bicchiere e ritrovarlo li, oppure fare una doccia senza assumere le sembianze di una torre pendente. Tra un giorno dovremmo comunque ritrovare il vento, così dice il nostro meteo che per adesso è stato puntuale.

Ciao a tutti gli amici che ci seguono e un grazie particolare a quelli che hanno reso possibile questi spostamenti con le loro presenze, le loro crostate, il loro olio, le loro competenze e la loro simpatia.

Andrea.

Lat N 27 46.5
Lon W 58 59.3
Ore 14:42 italiane
Ore 08:42 a bordo.

Mondiale Master: gli iscritti

33980114_1833992166659314_4557920118872473600_nWho is coming to sail the Snipe World Masters?

Chi parteciperà al Mondiale Master?

Sono già un’ottantina gli equipaggi iscritti al prossimo Mondiale Master di Vilamoura, Portogallo, 24-30 giugno (tra cui undici barche italiane). Gli iscritti potranno inviare la miglior foto dell’equipaggio in navigazione, così da includerla in una speciale photo gallery sulla pagina Facebook di SnipeToday (https://www.facebook.com/pg/SnipeToday/photos/?tab=album&album_id=1833992139992650). Potete inviarla con FB messanger a SnipeToday o via email a editor@snipetoday.org.

Grazie!

L’elenco degli iscritti:

http://snipeworlds.org/index.php/masters-championship/curr/

3 Snipisti in oceano

9 Giugno 2018

Buongiorno qui sono le 06:45 e siamo a 25 gradi e 47 primi di latitudine nord e 60 gradi e 58 primi di longitudine ovest.
In pratica un punto nell’immensità.

La declinazione del sole  è di 22 gradi e 54, quindi a cavallo tra la nostra latitudine di ieri l’altro e quella di ieri . Risultato che ieri abbiamo rivisto il sole a mezzogiorno verso Sud. Nei giorni precedenti lo vedevamo a Nord. Cosicché anche la croce del Sud una costellazione che non siamo abituati a vedere è ormai molto bassa sull’orizzonte e si vede appena dopo il tramonto .

Il vento ha girato nella notte e quindi adesso teniamo una rotta più verso est, resta l’incognita dell’intensità del vento che per il momento tiene con qualche calo a tratti.

La navigazione procede bene anche grazie alla cucina. Krantz è il capo cuoco io e Gian Marco siamo i passapentole e gli sguatteri. Poiché questi primi giorni non era facilissimo cucinare, a causa dello sbandamento, venivano preparati dei primi abbondanti che ripresi due volte davano l’idea di aver preso un primo ed un secondo. La verdura non è mancata.

Oggi, e poi vi saluto, inizieremo a pescare visto che ormai siamo lontani dalla zona dove un alga, la ciguatera, rende tossici i pesci predatori che si cibano di quelli che se ne nutrono.

Ciao a tutti e grazie della vostra compagnia

Mini Snipe day a Pescara

Locandina-001 (1)Prima di conoscere l’ambizioso progetto dello Snipe Day organizzato dalla SCIRA e recentemente pubblicato sul sito,  in maniera più artigianale  abbiamo approfittato dell’ invito a provare una deriva rivolto  dal  Circolo Velico La Scuffia di Pescara a chiunque ne facesse richiesta. Ci siamo perciò inseriti con i nostri Snipe, forti del fatto che da anni in IX^ zona siamo le uniche derive doppie che fanno attività continuativa, partecipano a regate e che sono oggi l unica alternativa al Laser ed ai catamarani. Tre snipe, insieme a 4 Laser, a 4 Optimist ed al Tridente della Scuffia sono stati armati insieme ai presenti. Sono state date le informazioni più elementari al fine di far capire, senza annoiare, come naviga una barca a vela e quindi, indossati i giubbetti, in due  magnifiche giornate di sole e vento leggero una ventina di neovelisti adulti hanno navigato e  potuto sperimentare l’ emozione di timonare una deriva.  La gratuità della prova e la disponibilità’ degli armatori hanno sicuramente contato ma lo Snipe e’ piaciuto: le facce al rientro erano distese e sorridenti indicando che la barca attira, che abbiamo ben seminato e  che qualcuno dei presenti continuerà e  magari approderà in futuro proprio su una beccaccia

Peppe D’Orazio, foto di Paolo Orlandi

 

Bel lavoro ragazzi!!!!!

3 Snipisti in Oceano

Report di oggi 8 giugno 2018:

Terminata la notte , inizia il terzo giorno di bolina larga. Ce ne sarà probabilmente un quarto prima di raggiungere i venti occidentali dopo aver attraversato una zona di calma.

A tratti il cielo si fa nuvoloso, di notte le nubi (la pioggia) si vedono sul radar giusto in tempo per preparasi ad un aumento di intensità e cambio di direzione. Un catamarano, Dazzla, naviga da tre giorni al nostro fianco circa 5 miglia sopravvento, li abbiamo sentiti via radio e anche loro procedono per le Azzorre.

La rotta è obbligata. La scopri per primo Colombo e poi da allora l’hanno seguita migliaia di navi a vela. Per gli Spagnoli ed i Portoghesi che venivano dal Sud America era necessario scorrere i Caraibi e poi proseguire sulla rotta che stiamo anche noi percorrendo. Diventa facile capire il perché di tanto affanno di Inglesi, Francesi e Olandesi nell’accaparrarsi quelle piccole isole . I Galeoni passavano di li.

Ieri due uccelli ci hanno sorvolato si chiamano tropicbird, sono bianchi con una coda biforcuta e due righe nere sulle ali. Ho letto che stanno in mare aperto da Giugno a Dicembre e tornano per nidificare. Non esiste luogo in cui la natura non abbia trovato una formula per adattarsi. E così siamo molto meno soli di quanto si pensi.

A domani