Peones CUP

Ecco il resoconto di Daniela, titolare della DB Marine e anima della Peones Cup.

DAI CAMPI DI REGATA:

Si è svolta a Trieste il 10 giugno la seconda edizione della “Peones’Cup”, regata ludica promossa dalla DB Marine in collaborazione con la STV (Società Triestina della Vela).
Dopo il clinic tenuto da Stefano Longhi presso la STV svoltosi venerdì sera e sabato, Peones vecchi e nuovi si sono cimentati in una regata divertente composta da tre prove disputatesi con vento a 10 nodi con qualche raffica fino a 12 nodi.
Continua a leggere “Peones CUP”

57° Campionato dell’Adriatico – Chioggia, 30 giugno e 1 luglio: Bando di regata

Pubblichiamo il Bando della regata di Chioggia del 30 giugno – 1 luglio.
Quest’anno siamo alla 57^ edizione, sul sito del CNC potete vedere l’albo d’oro e le classifiche di tutte le edizioni, anche foto più o meno d’epoca, rassegna stampa, articoli e bandi “storici”.
Siamo l’unico circolo della XII^ che sostiene lo Snipe, aiutateci!!!
Basta la presenza di poche barche per farci felici, aspettiamo gli amici dalla Romagna per la Combinata dell’Adriatico con la loro zonale di Punta Marina, i “terribili” Barbarini Martinelli detentori della campana, i cugini Marco e Annarosa e magari il ritorno di qualche vecchio amico.
Corrado Perini
Campionato Adriatico bando di regata
Campionato Adriatico modulo iscrizione

Proposte di modifiche al regolamento in attesa di approvazione

Come è noto, lo scorso anno in occasione del Campionato del Mondo di Rungsted il Technical Committee della SCIRA ha proposto al Board of Governors alcune modifiche del regolamento che sono state in parte accettate.
Accettate, ma non approvate, in quanto il BoG ha stabilito che su alcune di queste proposte vi fosse del tempo per effettuare dei test di verifica e, in caso positivo, passare all’approvazione definitiva per inserire le nuove regole nel rulebook 2013-2016.
Le modifiche sono note, ma vale la pena ricordarle:
1) diminuzione della zavorra permessa sul timone dagli attuali 450 a 250 gr. La regola dava la possibilità di mettere in stazza timoni costruiti con particolari essenze di legno che non raggiungevano il peso minimo di 2,72 kg. La tolleranza era comunque eccessiva e non giustificata, e si è posto rimedio al rischio di avere timoni costruiti in vetroresina troppo leggeri e deboli.
2) aumento del peso minimo del tessuto per le vele da 130 a 165 gr/mq. Si vuole aumentare la durata delle vele, soprattutto dei fiocchi.
3) eliminazione delle strisce su boma e albero per limitare la posizione delle vele. Viene stabilita solamente la lunghezza massima delle antenne e le vele potranno essere stirate come si vuole entro tali limiti. Si intende così diminuire le misurazioni di stazza ed evitare continue discussioni sulla posizione delle vele che sono di fatto ininfluenti sulle prestazioni della barca. Gli alberi attualmente in produzione resteranno in stazza senza alcuna modifica e probabilmente cambierà ben poco sulle dimensioni della randa.
4) modifica della lunghezza delle stecche, introducendo la stecca forzata in alto e fissando la massima lunghezza delle tasche delle altre due stecche a 800 mm. Questa è certamente la modifica più eclatante ed ha suscitato molte opposizioni soprattutto in Sud America, dove hanno erroneamente capito che la modifica fosse già operativa e non soggetta a test e prove (di cui alcune impressioni sono già state pubblicate su snipe.it a cura di Daniela Semec). Chiarito il fatto, il Commodoro ha dato tempo fino a fine giugno per presentare eventuali osservazioni dopo di che le proposte verranno  portate all’attenzione del BoG per l’approvazione definitiva.
Resta inteso che la modifica presenta una ulteriore possibilità rispetto all’esistente e che le vele attuali resteranno in stazza, non essendo prevista alcuna modifica delle dimensioni. Per il momento i test sono stati effettuati su vele standard a cui sono state applicate le nuove stecche e sarà possibile modificare vele vecchie in modo molto economico. Come e se si evolveranno le rande in futuro probabilmente solo l’uso e le sperimentazioni che certamente saranno fatte potranno dircelo.
Di tutte le proposte, quella dell’eliminazione delle strisce sulle antenne è benvenuta in quanto eliminerà una quantità di conflitti senza stravolgere le vele, mentre la stecca forzata permetterà di rendere più moderna la randa, semplificarne la regolazione, probabilmente migliorarne le prestazioni potendo recuperare le vele vecchia a costo irrisorio. Di più non si può certamente pretendere.

Antotnio Bari
Technical Committee SCIRA

Piada Trophy: Bando di regata

Oltre a inviarci il Bando, Alberto Perdisa ci comunica:
Grande fermento per il Piada Trophy che si disputerà nelle acque di Talamone dal 6 al l’8 luglio prossimi e che si annuncia memorabile.
L’amico Alessandro Testa e tutto il circolo della vela Talamone stanno lavorando alacremente per rendere indimenticabile questa manifestazione, per la prima volta in Tirreno, dopo cinque edizioni disputate a Cervia. In perfetto stile “Piada” è prevista una cena presso la prestigiosa sede del circolo e il solito “Bingo” con ricchi premi.
Oltre a numerosi equipaggi europei, grandi nomi hanno già confermato la loro presenza. Tra questi spiccano i brasiliani campioni del mondo in carica Alexadre Tinoco –Gabriel Borges, il due volte campione del mondo Augie Diaz – Kathleen Tocke, la brasiliana Bibi Juetz, il past Commodore Luis Pessanha dal Portogallo, il segretario Sud Europeo Damir Vranic dalla Croazia. Inoltre saranno presenti forti equipaggi dal Nord Europa e dalla Norvegia.
Continua a leggere “Piada Trophy: Bando di regata”

A Chioggia lo Snipe Day è Festival delle derive

Corrado Perini ci comunica che:
La seconda edizione del Festival delle derive, 10 giugno 2012, è stato un grande successo organizzativo; la formula della manifestazione, giro della Perognola a tempi compensati per tutte le derive e le classi ex olimpiche, era piaciuta da subito anche in occasione della prima edizione, ma quest’anno il successo organizzativo è stato ancora più completo oltreché fortunato per le condizioni meteo che hanno permesso lo svolgimento del percorso da parte di quasi tutte le imbarcazioni nonostante la forte corrente che ha messo tutti in difficoltà nella prima parte del tracciato.
27 le imbarcazioni presenti:
8 Snipe, 8 Laser delle diverse categorie, 3 420, 1 470, 1 Tridente, 2 skiff dell’Università di Padova che ringraziamo per la partecipazione, un bellissimo Soling  e un’altrettanto bella Star e 2 Dinghy; ottima l’idea degli istruttori Riccardo Chiereghin e Francesca Zennaro di lasciare a terra gli Optimist (dimostratisi troppo lenti l’anno scorso) e formare equipaggi di ragazzini sui Laser.
La forte corrente contraria metteva subito in difficoltà il Tridente, male armato e sporco in carena, la barca sociale guidata da Riccardo Ravagnan non riusciva a battere la corrente e indietreggiava gradualmente verso la barena; a questo ritiro seguiva quello del 420 sociale guidato da Andrea Sambo e Sandra Bertotto, troppo preoccupati di svuotare l’acqua imbarcata per potersi occupare anche della regata. L’organizzazione poi chiudeva un occhio sul rispetto delle bricole e delle peocere più prossime alla bocca di porta dove una incredibile marea entrante metteva in grossa difficoltà le imbarcazioni più lente.
Continua a leggere “A Chioggia lo Snipe Day è Festival delle derive”

Coppa Tamburini – Zonale XI zona, Resoconto e classifica

Guidone RiminiEcco il resoconto di Alberto Perdisa sulla Coppa Tamburini, 

Ennesima edizione del trofeo Tamburini, una tra le più antiche regate per derive in Italia, da sempre organizzata dal club nautico Rimini.
Undici Snipe sulla linea di partenza, di questi tempi un discreto risultato visto che la regata valeva quest’anno “solo” per il campionato zonale. Peccato che almeno tre equipaggi di Riccione e un paio di equipaggi di Bologna non abbiano potuto essere presenti per svariati motivi.
Oltre ai locali, erano presenti Pietro Fantoni, ormai abbonato alle regate in questa parte dell’Adriatico e iscritto alla Flotta Romagna e Lorenzo Del Giovane con a prua Luigi Silenzi, della Flotta Aternum di Pescara.  Un meteo particolarmente complicato, con venti che nel corso della stessa giornata hanno spirato da tutti i quadranti, ha consentito di disputare solo tre delle cinque prove previste.
Continua a leggere “Coppa Tamburini – Zonale XI zona, Resoconto e classifica”

Campionato studentesco a Cremona

Renato Bruni ci comunica che:
Martedi 5 giugno, nel porto canale di Cremona, si è svolto il terzo Campionato studendesco.

Questa la classifica:
1        Istituto Tecnico Beltrami (Ragioneria)
2        Liceo Classico Manin
3       Liceo Linguistico Manin

Sono state effettuate cinque prove in una bella giornata di sole con vento leggero.
Questo è stato l’ evento conclusivo di un corso di 13 lezioni sempre sullo Snipe a cui hanno partecipato dieci studenti.

Il successo della Classe Snipe in ambito “epoca” continua.

Ecco quanto ci ha inviato Nicola Rugarli sulla manifestazione “Il mare ci unisce”.
Il Palio “Il mare ci unisce” si è svolto ancora una volta con grande seguito a Recco e Camogli nei giorni 1-2-3 Giugno scorsi.
Le regate di sabato e domenica hanno visto sfidarsi le derive d’epoca e le barche a vela latina, con tempo a tratti perturbato e vento molto variabile ed impegnativo, davanti ai due borghi marinari e all’interno della manifestazione lì oramai consuetudine biennale.
La maggior parte delle imbarcazioni d’epoca sono state varate e alate presso lo scalo di Recco e sono state ormeggiate nel porticciolo di Camogli nella notte di sabato a fianco ai brigantini-goletta “Pandora” e “Spirit of Chemainus” portate da AYDE nel piccolo e suggestivo specchio d’acqua protetto, insieme allo sciabecco “Dragun” ed alla yole di Bantry “Creuza de ma”.
Continua a leggere “Il successo della Classe Snipe in ambito “epoca” continua.”

German Open, Campionato Sud Europeo – Resoconto

Ecco il resoconto di Andrea Piazza del German Open:
Difficile fare un report completo del German perché oltre a una regata è un evento. Divido quindi il resoconto per argomenti:
Tempo: le ultime edizioni erano state caratterizzate da piogge e temporali e  freddo… quest’anno invece il meteo è stato clemente e per tre giorni non si è vista una goccia. Qualche nuvola ma nulla di più e temperature decisamente estive…. una gran fortuna perché lunedì è piovuto tutta la mattina con temperature sui 12°C.
Vento: Venerdì debole da nord, poi assente e dopo le 18.00 moderato da Sud. Sabato bella brezza con raffiche anche da 8 m/s. Domenica debole vento da sud, molto variabile sia in direzione che intensità.
Giuria: Gino Costantini (coadiuvato da Egua, Girardi e Apostoli) è stato bravissimo sabato e domenica facendoci disputare sei prove e spostando il percorso in quasi tutte. La prima prova della domenica è stata ridotta per un calo del vento. Veramente bravo. Venerdì qualcuno (me compreso) si era molto lamentato perché il vento era stato veramente birichino e la giuria sembrava essersi fatta un po’ ingannare… ma sabato e domenica Costantini è stato veramente bravo.
Continua a leggere “German Open, Campionato Sud Europeo – Resoconto”