Assemblea di classe 2007

VERBALE DELL’ASSEMBLEA DI CLASSE 2007
Il giorno 24/11/07 in Ozzano dell’Emilia, a Casa Perdisa, alle ore 10,40, il Segretario Nazionale, Alessandro Rodati, dichiara aperta l’Assemblea; viene nominato, per acclamazione, Presidente della stessa Stefano Longhi e Segretario Pietro Fantoni. Si procede all’appello delle flotte:
Adriaco – Steffé
Anzio – Romani
Aternum – Valentini per delega
C.V.C.V. – nessuno
Caldaro – Calliari
Caput Mundi- Olivieri per delega
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni
El Gato – nessuno
Est Nord Est – Costantini
Garda – Olivieri
Grignano – Rochelli
Laguna – Rodati
Ledro – nessuno
Monfalcone – Bonini
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – nessuno
Rimini – De Carolis
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega
Sistiana – Rochelli per delega
Velica Trentina – Bruni per delega
Verbano – Rodati per delega
Alto Verbano: – Rodati per delega
Totale 29 flotte, presenti 19.

Il Presidente dichiara regolarmente costituita l’Assemblea.

Ordine del giorno:
1. Relazione morale e finanziaria del Segretario
2. Premiazione Coppa Duca di Genova e Beccacino d’Oro
3. Presentazione e successiva votazione delle località candidate all’organizzazione del Campionato di Classe e delle Regate Nazionali
4. Elezione Segretario Nazionale per il biennio 2008/09.
5. Elezione del Collegio dei Probiviri.

Stefano Longhi, prima di trattare il primo punto all’o.d.g., chiede di parlare nella veste di Segretario Europeo e di membro del Board of Governors della SCIRA. Nella riunione di Oporto, durante l’ultimo Mondiale, il Board ha deciso di dare più trasparenza ed efficienza all’organizzazione. Per quanto riguarda la situazione della classe in altre nazioni, Longhi dice che la classe è in calo nel Nord Europa, mentre in Spagna vi sono molti problemi di divisioni interne tra le varie regioni. Per quanto riguarda il sito internazionale, quest’anno verrà completamente aggiornato. Inoltre ogni associazione di classe nazionale dovrà associare i singoli soci collegandosi sul sito mondiale. In tempo reale sarà possibile stampare il tesserino. Ci sarà inoltre l’accessibilità ai dati e ai certificati di stazza di tutte le barche.
Longhi ricorda che ogni proposta di modifica ai regolamenti SCIRA (ad esempio la proposta degli europei e mondiali open) deve essere fatta secondo i metodi istituzionali previsti dallo statuto della classe internazionale. Per quanto riguarda i Mondiali o gli Europei open il problema è essenzialmente organizzativo. Secondo Stefano Longhi la strada da seguire è un altra: ci sono 82 posti disponibili al Mondiale. Restano normalmente molti posti vacanti. Diamo la possibilità di lasciare i posti vacanti a chi del continente o della nazione è interessato. Tuttavia, la proposta di Stefano è stata bocciata.
Una modifica è stata fatta alla composizione del Board of Governors, che era troppo grande, con troppi membri, che avevano difficoltà a decidere e a riunirsi. Il Board è così passato a 7 persone.
E’ stato poi pubblicato un manuale per gli stazzatori con foto e disegni esplicativi.
Per quanto riguarda il calendario europeo è stata creata un’apposita sezione nell’ambito del sito internazionale. Stefano Longhi sottolinea l’importanza di un calendario concordato tra i vari segretari nazionali per evitare sovrapposizioni.
C’è stata una proposta di R.L. mondiale che attualmente è allo studio.
E’ stata alzata l’età dello juniores a 22 anni, equiparando questo limite d’età a quello di molte altre classi.
Il Board ha poi deciso di portare a 15 nodi limite massimo di vento per tutte le attività Master.

Si passa a trattare il primo punto all’o.d.g.: Relazione morale e finanziaria del Segretario
Prende la parola il Segretario nazionale ed espone la sua relazione.
La stagione è stata ottima con numerose regate e molte bene organizzate. Le nazionali hanno avuto un calo, ma analizzeremo più tardi l’argomento.
Ringraziamento per il Mondiale juniores.
Alle ore 11.15 arriva Beppe Zaoli per CVCV.
Purtroppo c’è stata una bassa partecipazione da parte degli Italiani al Campionato Italiano Juniores. Questo in realtà è stato un problema mondiale (e per questo motivo è stata innalzato il limite d’’età). Inoltre la FIV manda tutti i ragazzi verso altre classi. L’organizzazione di Sanremo è stata ineccepibile ed encomiabile. Ringraziamento agli armatori e a Bari e a Costantini che hanno prestato la loro opera per la buona riuscita del Mondiale juniores. Grazie a tutto lo staff dello YCS, al comitato e alla giuria. L’organizzazione è stata apprezzata dall’estero e il Mondiale rappresenta un bel biglietto da visita per l’Italia. La SCIRA internazionale è stata molto contenta ed ha inviato una lettera di ringraziamento.
A questo punto interviene Beppe Zaoli per ringraziare la Classe Snipe ed in particolare il Segretario Nazionale, consegnandogli la rassegna stampa e un presente da parte dello Yacht Club Sanremo. Zaoli affronta il tema dello sviluppo della classe tra gli juniores, ricordando che molto dipende da noi stessi snipisti, che dobbiamo impegnarci a mandare i nostri figli o gli amici dei nostri figli sullo Snipe, mettendo a disposizione il nostro entusiasmo e la nostra passione. Ricorda che sono molti i ragazzi che, finito il 420, non sanno cosa fare. Non va persa la nostra esperienza.
Il Segretario Nazionale prosegue con la propria relazione. Ringrazia gli equipaggi che sono andati all’estero: Nord Europa, Valencia, Polonia, Germania. E’ bello ed importante per la SCIRA Italia avere equipaggi che si sobbarcano tali trasferte: in tal modo ci facciamo conoscere e molti equipaggi stranieri ricambieranno la nostra visita.
Ringraziamento al Circolo di Caldonazzo per Europeo Master.
Ringraziamento ad Alberto Perdisa e al Team Piada per il Piada Trophy che è stata una regata innovativa, dove vi sono stati alcuni equipaggi dall’estero.
Passando alle regate nazionali, ricorda Rimini (trofeo Tamburini) con l’iscrizione gratuita e la consueta ospitalità.
Riva del Garda: dopo tanto tempo siamo tornati in questo bel campo di regata. L’organizzazione è stata buona anche se forse l’ospitalità può essere migliorata.
Gaeta: Campionato italiano. Marina Flavio Gioia era un grande cantiere non molto pulito. La logistica poteva essere migliore.

Alle 11,30 arriva Roberto Perini per la flotta El Gato.

Scarlino: Nazionale. Buona parte del merito va al capitano di flotta Pesci. Mancava uno scivolo che è stato costruito in poco tempo. Logistica era adeguata anche e soprattutto grazie a lui.
Attività zonali:
Rodati ricorda tra le tante manifestazioni il Campionato dell’Adriatico, Brenzone, Vacanze Romane, Sanremo (ottimo criterium di primavera che è una manifestazione classica che richiama equipaggi dall’estero).
Invernale di Talamone.
Caldonazzo e attività sul Garda. Rodati invita Roger Olivieri a fornire una breve relazione. Olivieri dice che è stato un anno intenso iniziato con il campionato invernale. Quest’anno non si ripete l’esperienza per problemi di carattere logistico. Ricorda l’esperienza del team racing a Ledro. Ringrazia i Capitani di flotta molto attivi (Bruni, Vittorio Bortolotti, Ledro). Ricorda poi la Regata a Campione, in un posto carino per regatare con qualche problema logistico, ma che può essere superato grazie all’entusiasmo del circolo.
Si apre una discussione sullo sviluppo dell’attività locale e sulla contrazione dell’attività nazionale (e anche, in qualche caso zonale).
Longhi dice che è fondamentale che, all’interno di ogni flotta, almeno un paio di barche girino e diano l’esempio agli altri equipaggi, anche se è difficile dare una motivazione ai locali di spostarsi soprattutto se l’attività locale è forte
Rodati dice che l’attività nazionale ha avuto un calo di 7-8- barche per ogni regata nazionale. L’attività locale in certi circoli si è sviluppata in maniera notevole e positiva (Caldonazzo, Bracciano). Purtroppo ci sono alcuni equipaggi che pensano di potersi confrontare solo all’interno di tale realtà. Nel corso negli anni, a forza di parlare di classifiche, R.L. e selezioni, la gente si è scoraggiata o spaventata. E’ necessario che i capitani sentano i loro flottari per fare capire che la regata nazionale non è una regata che serve per classifiche, che riguardano solo i primi 4 o 10, ma è una regata che potrebbe essere partecipata e consentire di incontrare anche nuove persone. C’è una sorta di fobia verso la regata nazionale. Invece c’è la possibilità di migliorare o semplicemente di incontrare nuova gente e condividere esperienze similari.
Olivieri dice che in realtà c’è spesso disinteresse al confronto.
Moronato: il moltiplicarsi di manifestazioni locali, toglie lo stimolo ad andare in giro.
Zaoli pone l’accento sulla RL che dovrebbe dare la possibilità a tutti di partecipare agli eventi internazionali.
Intervengono poi Calliari, Rochelli, Fantoni. Pesci.

Rodati, a questo punto, invita Pietro Fantoni a parlare del sito della classe. Il sito da primo gennaio 2007 alla data del 22 novembre 2007 evidenzia i seguenti dati statistici: 55.240 visitatori diversi (36.225 nel 2006); 133.210 visite complessive (71.847 nel 2006); 2,41 visite/visitatore; 926.890 pagine visitate (622.595 nel 2006); 6,96 pagine/visita; 3.238.082 accessi o “hits” (3.194.497 nel 2006). Attualmente il sito è composto da circa 1560 articoli, circa 1410 file allegati (foto, doc, pdf, ecc.), circa 80 pagine statiche. Nel corso del 2007 è stato data, come di consueto costante copertura alle regate più importanti. Da Oporto, per il Campionato del Mondo ci sono stati report giornalieri, con foto, articoli tecnici ed interviste ai protagonisti. Sono state “coperte” anche le principali regate in Italia. Si deve purtroppo lamentare la scarsa collaborazione da parte di alcuni delegati di zona a fornire i calendari, i bandi le classifiche delle regate zonali e locali, nonché le classifiche dei campionati zonali (che alla fine non sono state inserite nella Ranking list finale). Si chiede pertanto una maggiore collaborazione da parte delle zone nel fornire i bandi e i risultati delle regate. E’ interesse sia della Segreteria Nazionale, sia delle singole zone dare adeguata pubblicità e notizia dell’attività delle singole zone, non solo agli appartenenti delle stesse, ma anche ai regatanti di altre zone. E’ pertanto importantissima la funzione di raccordo dei delegati zonali e dei capitani di flotta. Anche quest’anno il sito ha ospitato interviste ed articoli di velisti italiani e stranieri che hanno voluta dare il loro contributo, ampliando così il materiale tecnico già presente. Nella sezione “tecnica”, una novità del 2007 sono stati i filmati sulle manovre, che hanno incontrato il favore e la curiosità di molti snipisti. A breve verrà creata una nuova sezione, denominata “utilities”, che metterà a disposizione degli interessati (comitati di regata, organizzatori, regatanti) gli strumenti necessari per l’organizzazione di regate (bandi ed istruzioni standard, programmi per il punteggio, regolamenti).

Il Segretario Nazionale illustra i dati del bilancio, come da documentazione allegata.
Acquistato un’imbarcazione e alienate le due vecchie imbarcazioni della classe.
La nuova barca è stata utilizzata a Venezia (Salone), Caldonazzo, Cervia, Sanremo, Chioggia, Gaeta. A differenza di quanto avvenuto con le vecchie barche della classe, è’ necessario uno stretto controllo della Segreteria sui soggetti ai quali la stessa è stata affidata.
Rimborso ai giudici. Abbiamo avuto al nostro seguito Fabio Barrasso. Il suo lavoro è fondamentale, fungendo da raccordo tra la Classe e il Comitato di regata e garantendo il rispetto delle nostre peculiari regole di Classe. Nei casi in cui la FIV non ha pagato il rimborso spese, è intervenuta la Classe (Gaeta e Rosignano rimborso chilometrico).
Quest’anno è stato ottenuto un contributo FIV di 1.400 euro, che, considerato il periodo di scarsità di fondi, non è da sottovalutare. Per ottenere i soldi è stata fondamentale la presenza del Segretario all’annuale riunione FIV a Genova.

Viene chiesta all’assemblea l’approvazione del bilancio consuntivo come esposto dal Segretario. Approvato

Nicola Rugarli espone una piccola relazione sugli snipe d’epoca. Luca Ciomei ha fondato l’associazione nazionale delle derive d’epoca. L’idea è quella di ottenere una accreditamento presso la FIV. Rugarli ricorda le manifestazioni alle quali ha partecipato: a Camogli (Il mare ci unisce) con 40 derive d’epoca (articoli apparsi su Yacht design e Yacht digest). E’ stato inoltre presente al Viareggio Hystorical Festival ed ha partecipato al Campionato Italiano Master a Rosignano con la sua imbarcazione “Veloce”.

Alle 12,30 arrivano Venditti (Ledro) e Bari (Punta Indiani, giusta delega). Sono rappresentate 23 flotte su 29.

Si passa al secondo punto all’o.d.g.: premiazione Beccaccino d’Oro e Duca di Genova.
Beccaccino d’Oro: il Segretario Nazionale consegna il trofeo alla flotta di Anzio, rappresentata da Marco Romani.
Coppa Duca di Genova: viene assegnata a Paolo Lambertenghi e Antonio Bari. Ritira il premio Antonio Bari

Il Presidente dell’Assemblea propone una mozione d’ordine per trattare il quarto punto all’o.d.g. e votare quindi il nuovo Segretario Nazionale per il biennio 2008-2009
Prende la parola Alessandro Rodati che riassume quanto accaduto negli ultimi mesi, quando, parlando tra i vari associati, il nome di Alberto Perdisa ha riscosso molti consensi quale possibile prossimo Segretario Nazionale.
Alessandro Rodati dà la parola a Alberto Perdisa.
Alberto si dice onorato per la stima manifestata da molti amici dello snipe. Se ci fossero state altre candidature sarebbe stato contento. Precisa di essere sempre stato in sintonia con Rodati, di cui ha apprezzato l’impegno, la pazienza e la diplomazia. Stigmatizza chi esprime il proprio dissenso nei confronti del Segretario con toni a volte troppo aspri, parlando di “inciuci”, o di mancanza di democrazia. La collaborazione e i suggerimenti saranno bene accetti, ma non tollererà attacchi gratuiti.
Fare il Segretario è un onere, è un impegno, desidera quindi avere la massima autonomia nelle scelte operative che saranno prese con trasparenza, sentendo i suggerimenti di tutti. Quella che vorrebbe avere dagli altri associati è unanimità ed amicizia. Le contrapposizioni non vanno bene.
Pensa di avvalersi, come già prevede lo Statuto, dell’aiuto di collaboratori: Rodati ad esempio nei rapporti con la Federazione Italiana Vela.
A questo punto, il Presidente dell’Assemblea ringrazia Alessandro Rodati che ha fatto un ottimo lavoro da Segretario.
Si dà ampio spazio al dibattito: intervengono Romani, Perdisa, Longhi, Bari, Calliari, Olivieri. Quest’ultimo dice di aver chiesto sulla mailing list della Classe, qualche giorno fa, quali fossero i candidati, invitandoli a rendere noto il loro programma.
Stefano Longhi dà la parola a Perdisa che afferma che non è sua intenzione fare cose mirabolanti come Segretario. Fulcro dell’attività della classe saranno i capitani di flotta con il loro entusiasmo. Altra cosa che cercherà di fare sarà tenere l’equilibrio tra le opposte esigenze: non si tratta di rovesciare o cambiare la classe. Capacità di mediare, continuità con le precedenti Segreterie, poca enfasi. Ciò che va assecondata è la passione vostra per la quale la classe vive. Perdisa dice di non aver voluto scrivere nessun programma o proclama politico.

Il Presidente dell’Assemblea invita le flotte ad esprimere il proprio voto a favore di Alberto Perdisa quale Segretario Nazionale per il 2008-2009-
Adriaco – Steffé: favorevole
Anzio – Romani: favorevole
Aternum – Valentini per delega: favorevole
C.V.C.V. – Zaoli: favorevole
Caldaro – Calliari: favorevole
Caput Mundi- Olivieri per delega: astenuto
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni: favorevole
El Gato – Roberto Perini: favorevole
Est Nord Est – Costantini: favorevole
Garda – Olivieri: astenuto
Grignano – Rochelli: favorevole
Laguna – Rodati: favorevole
Ledro – Venditti: favorevole
Monfalcone – Bonini: favorevole
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci: favorevole
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – Bari per delega: favorevole
Rimini – De Carolis: favorevole
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa: astenuto
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega: astenuto
Sistiana – Rochelli per delega: favorevole
Velica Trentina – Bruni per delega: favorevole
Verbano – Rodati per delega: favorevole
Alto Verbano: – Rodati per delega: favorevole
Votanti 23; favorevoli 19; astenuti 4.
Perdisa nuovo Segretario Nazionale 2008-2009.

Olivieri chiede che si metta a verbale che, a nome delle flotte da lui rappresentate, chiede formalmente la modifica dello statuto nella parte relativa all’attuale sistema di votazione per flotte.

Il Presidente dell’Assemblea passa a trattare il quinto punto all’o.d.g.: elezione del Collegio dei Probiviri.
I candidati sono: Giovanni De Carolis, Renato Bruni, Ivo Gattulli e Gino Costantini.
Si procede a votazione per alzata di mano:
Giovanni De Carolis: voti 22, Renato Bruni: voti 20, Ivo Gattulli: voti 4, Gino Costantini: voti 20.
E’ eletto Presidente del Colleggio dei Probiviri Giovanni De Carolis. Membri: Renato Bruni e Gino Costantini.

Il Presidente dell’Assemblea Stefano Longhi invita i Capitani a scegliere anche i componenti del Comitato Ranking List.
Candidati: Calliari, Semec, Alessandro Rodati, Antonio Bari, Alberto Perdisa (in quanto Segretario Nazionale)
Si approva all’unanimità.

Alle ore 13,35 l’Assemblea viene sospesa per il pranzo.
Alle ore 15,00 i lavori dell’Assemblea vengono riaperti.

Si passa alla votazione del calendario 2008 (terzo punto all’o.d.g.).
Campionato Italiano
Le candidature sono:
Yacht Club Sanremo, Circolo della Vela Arco, Pescara
Beppe Zaoli, Antonio Bari e Marco Valentini illustrano le proprie candidature.
Zaoli (presidente del circolo): sono tanti gli anni che non si regata a Sanremo. Disponibilità degli alberghi, agriturismi ecc. A fine agosto i problemi di ricettività alberghiera non dovrebbero essere gravi poiché i “vacanzieri” tornano a casa. In ogni caso, sentendo il circolo, sarà possibile trovare sistemazioni economiche. Per quanto riguarda le condizioni meteo, se c’è alta pressione si alza la termica nel pomeriggio; altrimenti avremo venti di gradiente più freschi.

Antonio Bari per Arco: candidatura di Arco già da alcuni anni. Il campo lo conosciamo tutti, come la ricettività turistica della zona. Ultimo campionato dieci anni fa. Dal 19 al 23 o dal 20 al 24 agosto.

Marco Valentini: la flotta Aternum si è si è data molto da fare. Ha recuperato molti giovani e non più giovani. Hanno deciso di ritirare la candidatura, perché l’Italiano è stato già assegnato in quel periodo ai Flying Junior. Pescara pertanto si candida per una Nazionale

Stefano Longhi, prima di procedere alla votazione, ricorda le date delle regate internazionali in Italia.

Dopo ampia discussione si procede a votazione.
Adriaco – Steffé: Sanremo
Anzio – Romani: Sanremo
Aternum – Valentini per delega: Arco
C.V.C.V. – Zaoli: Sanremo
Caldaro – Calliari: Arco
Caput Mundi- Olivieri per delega: Sanremo
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni: Arco
El Gato – Roberto Perini: Sanremo
Est Nord Est – Costantini: Sanremo
Garda – Olivieri: Arco
Grignano – Rochelli: Sanremo
Laguna – Rodati: Sanremo
Ledro – Venditti: Arco
Monfalcone – Bonini: Sanremo
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci: Sanremo
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – Bari per delega: Arco
Rimini – De Carolis: Sanremo
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa: Sanremo
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega: Sanremo
Sistiana – Rochelli per delega: Sanremo
Velica Trentina – Bruni per delega: Arco
Verbano – Rodati per delega: Sanremo
Alto Verbano: – Rodati per delega: Sanremo

Votanti 23; Sanremo: 16 voti; Arco: 7 voti.
Sanremo località per l’Italiano 19 – 23 agosto

Si passa alla votazione delle Regate Nazionali
Il Presidente dell’Assemblea Stefano Longhi dà la parola ad Andrea Pesci.
Pesci propone di portare a 4 le regate nazionali (da due giorni), eliminando la regata Supernazionale da 3 giorni.
Si apre un ampio dibattito al quale intervengono Fantoni, Bari, Moronato, Perini, Rodati.
Si procede alla votazione sulla mozione Pesci: si vuole passare al sistema della 4 nazionali oltre all’Italiano, con il sistema uguale di R.L. (scarti, periodo preso in considerazione ecc.)?
Si procede alla votazione:
Adriaco – Steffé: favorevole
Anzio – Romani: favorevole
Aternum – Valentini per delega: favorevole
C.V.C.V. – Zaoli: favorevole
Caldaro – Calliari: favorevole
Caput Mundi- Olivieri per delega: contrario
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni: favorevole
El Gato – Roberto Perini: favorevole
Est Nord Est – Costantini: favorevole
Garda – Olivieri: contrario
Grignano – Rochelli: favorevole
Laguna – Rodati: favorevole
Ledro – Veniditti: favorevole
Monfalcone – Bonini: favorevole
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci: favorevole
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – Bari per delega: astenuto
Rimini – De Carolis: favorevole
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa: favorevole
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega: contrario
Sistiana – Rochelli per delega: favorevole
Velica Trentina – Bruni per delega: favorevole
Verbano – Rodati per delega: astenuto
Alto Verbano: – Rodati per delega: favorevole

Votanti: 23; favorevoli 18; contrari: 3; astenuti: 2.
Mozione Pesci approvata: quattro regate nazionali da due giorni.

Si passa ad analizzare le candidature alle Regate Nazionali.
Club Nautico Bogliasco (vicino a Genova) – primavera: eliminato unanimemente perché zona di Campionato Italiano
Club Nautico Capo di Monte (Lago di Bolsena) – giugno – luglio
Yacht Club Versilia (Forte dei Marmi) – maggio – giugno o settembre
Pescara – 15-20 maggio – fine giugno o seconda di luglio
Monfalcone – disponibilità totale
Planet Sails (Bracciano) ultimo fine settimana di maggio – tutto giugni tranne l’8-9 e tutto luglio
Circolo della Vela Orta – aprile – maggio o dopo il 10 settembre
Circolo della Vela Arco (fine settembre anche luglio)
Rosignano (non ha dato date)
Trieste (tutto l’anno)

Renato Bruni, prima di procedere alla votazione delle Nazionali, comunica che il Campionato Italiano Master e femminile si terrà a Verbania Intra (Lago Maggiore) il 28-29 giugno 2008.

Su proposta di Longhi, si decide di dividere le candidature per macrozone per garantire una equa suddivisione delle regate.

Nell’attesa della decisione Stefano Longhi comunica all’Assemblea alcune proposte che gli sono giunte da associati.
La prima proposta è quella di istituire un premio per il “rookie dell’anno” (proposta Ciufo Gattulli), cioè per l’equipaggio (non “professionista”) debuttante nello Snipe che ottiene i migliori risultati
Altra proposta è quella di introdurre un limite di peso minimo per alcune regate (Sergio Irredento) per equiparare tutti gli equipaggi rispetto ad altri dove alcuni timonieri, come ad esempio Fantoni, scelgono prodieri leggeri.
Vi è poi la proposta che verrà sottoposta al Board di innalzare il numero di barche per ciascun paese ai Mondiali e agli Europei (Longhi).

Si procede alla votazione delle Regate Nazionali.

Votazione macrozona sud (Bolsena, Bracciano, Rosignano, Versilia)
Adriaco – Steffé: Bolsena
Anzio – Romani: Bracciano
Aternum – Valentini per delega: Bracciano
C.V.C.V. – Zaoli: Bracciano
Caldaro – Calliari: Rosignano
Caput Mundi- Olivieri per delega: Bolsena
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni: Bolsena
El Gato – Roberto Perini: Rosignano
Est Nord Est – Costantini: Rosignano
Garda – Olivieri: Rosignano
Grignano – Rochelli: Bolsena
Laguna – Rodati: Bolsena
Ledro – Venditti: Bolsena
Monfalcone – Bonini: Bolsena
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci: Rosignano
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – Bari per delega: Bolsena
Rimini – De Carolis: Bracciano
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa: Boslena
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega: Bolsena
Sistiana – Rochelli per delega: Bolsena
Velica Trentina – Bruni per delega: Bolsena
Verbano – Rodati per delega: Bolsena
Alto Verbano: – Rodati per delega: Bracciano

Votanti: 23; Bolsena: 12; Rosignano 6, Bracciano: 5.
Macrozona Sudovest: Bolsena Regata Nazionale

Zona Sudest Pescara

Zona Laghi (Arco, Orta)
Si procede alla votazione
Adriaco – Steffé: Arco
Anzio – Romani: Arco
Aternum – Valentini per delega: Arco
C.V.C.V. – Zaoli: Arco
Caldaro – Calliari: Arco
Caput Mundi- Olivieri per delega: Arco
Centro Italia – nessuno
Cremona – Bruni: Arco
El Gato – Roberto Perini: Arco
Est Nord Est – Costantini: Orta
Garda – Olivieri: Arco
Grignano – Rochelli: Arco
Laguna – Rodati: Arco
Ledro – Venditti: Arco
Monfalcone – Bonini: Orta
Nettuno – nessuno
Orbetello – Pesci: Orta
Planet Sail – nessuno
Punta Indiani – Bari per delega: Arco
Rimini – De Carolis: Arco
Riviera dei Fiori: nessuno
Roma – nessuno
Romagna – Perdisa: Arco
Rosignano – nessuno
Santa Marinella – Olivieri per delega: Arco
Sistiana – Rochelli per delega: Orta
Velica Trentina – Bruni per delega: Arco
Verbano – Rodati per delega: Orta
Alto Verbano: – Rodati per delega: Orta

Votanti: 23; Arco: 17; Orta: 6.
Arco nazionale Zona laghi

Monfalcone Nazionale per la zona NordEst

Vengono proposte le seguenti date, che dovranno essere confermate.
Monfalcone: 3-4 maggio
Pescara: 31 maggio – 1 giugno
Bolsena: 19-20 luglio
Arco: 27-28 settembre.

Sud Europeo: quest’anno tocca per ciclicità all’Italia e quindi verrà assegnato previe candidature.

Ringraziamento dell’Assemblea e lungo applauso ai padroni di casa Alberto e Antonella Perdisa.
L’Assemblea si chiude alle ore 17.15
f.to Il Presidente (Stefano Longhi)
f.to Il Segretario Nazionale (Alessandro Rodati)
f.to Il Segretario dell’Assemblea (Pietro Fantoni)