Assemblea di classe 2006

Il verbale dell’Assemblea ordinaria tenutasi ad Ozzano dell’Emilia il 18/11/06.

VERBALE DELL’ASSEMBLEA DI CLASSE 2006
Il giorno 18/11/06 in Ozzano dell’Emilia, alle ore 11,00, il Segretario Nazionale, Alessandro Rodati, dichiara aperta l’Assemblea; viene nominato, per acclamazione, Presidente della stessa Alessandro Bellotti e Segretario Pietro Fantoni. Si procede all’appello delle flotte:
Adriaco – Steffé
Anzio – Romani
Aternum – Olivieri per delega
C.V.C.V. – Zaoli per delega
Caldaro – Calliari
Caput Mundi- Gattulli
Centro Italia – Venanzi
Cremona – Bruni
El Gato – Rodati per delega
Est Nord Est – Rodati per delega
Garda – Olivieri
Grignano – Penso per delega
Laguna: – Rodati

Ledro – nessuno
Monfalcone – Fantoni per delega
Nettuno – Bartoletti per delega
Orbetello – nessuno
Planet Sail – Gattulli per delega
Punta Indiani – Zuanelli
Rimini – De Carolis
Roma – Gattulli per delega
Romagna – Perdisa
Rosignano – Bruni per delega
Santa Marinella – Bartoletti
Sistiana – Penso per delega
Velica Trentina – Bortolotti
Verbano – nessuno

Totale 27 flotte, presenti 24.
Ordine del giorno:
1) relazione morale e finanziaria;
2) calendario;
3) nomina soci onorari e benemeriti;
4) premiazione Duca di Genova e Beccaccino d’Oro.
Il Presidente dichiara regolarmente costituita l’Assemblea.
Prende la parola il Segretario nazionale ed espone la sua relazione.
La stagione appena conclusa è stata buona. Interesse per la classe testimoniata dal numero di associati in crescita. Anche l’attività a livello locale è ben riuscita sia a livello qualitativo che quantitativo. Il Segretario nazionale ha partecipato la settimana scorsa ad una riunione a Genova. La Fiv si è complimentata per l’attività e l’organizzazione svolta. La nostra classe, tra le classi cosiddette “altre classi” (classi non olimpiche e non di interesse federale) presenta il maggior numero di equipaggi e il maggior numero di juniores.
Si dà atto che alle ore 11,20 si presenta Andrea Pesci per la flotta Orbetello (25 presenti).
Il Segretario nazionale sottolinea che merito di questo successo va senz’altro attribuito all’attività delle varie zone. La Segreteria si è limitata a coordinare.
Il Segretario passa ad analizzare la stagione 2006. Regata di Sanremo. Si è registrato un piccolo calo di partecipanti. Va riconosciuto l’impegno di Sanremo, significativo per continuità e durata, prima con i Solerio, ora con Zaoli. Gli standard qualitativi nell’organizzazione delle regate sono sempre molto alti. Il circolo si fa carico dell’ospitalità degli stranieri. Va un plauso a Zaoli che ha preso in mano l’eredità di Solerio e che mantiene viva questa manifestazione. Quest’anno probabilmente la SCIRA assegnerà il Sudeuropeo alla Spagna.
Antignano. Trofeo Accademia. Fortemente voluto da alcuni associati, doveva rappresentare un ottimo trampolino di lancio. Siamo stati ospitati ad Antignano. Problemi con la giuria e la logistica (scivolo angusto, parcheggio insufficiente …). E’ mancato poi qualsiasi rapporto e contatto successivo con gli organizzatori. La manifestazione doveva rappresentare una possibile pubblicità per la classe, ma è mancata invece, se si eccettua qualche trafiletto sulla stampa specializzata, qualsiasi visibilità per la classe.
Italiano Master e femminile. Tutto bene. Regata sapientemente amministrata da Renato Bruni con la collaborazione del Circolo vela Cremona. Non c’è stata una forte partecipazione dalle zone più remote. Comunque il successo di presenze c’è stato. Partecipazione che è proseguita con il German Open. A questo proposito il Segretario nazionale sottolinea l’ottima attività di promozione delle flotte di Caldonazzo che hanno avvicinato alla classe numerosi equipaggi neofiti.
Nazionale a Malcesine. Ottimo lavoro di coordinamento di Roger con la Fraglia di Malcesine. Siamo tornati a fine stagione.
Squadra per intero al Campionato europeo, per la prima volta dopo molti anni. Otto barche senior e un equipaggio juniores.
Campionato italiano juniores a Trieste. A disposizione le barche che appartengono ai senior. Su questo settore si può fare molto di più. L’idea è stata di abbinare lo juniores con il campionato assoluto. Sarebbe importante portare un equipaggio juniores per flotta. Qui c’erano solo equipaggi triestini a parte due equipaggi da Sanremo. I circoli (come alcuni fanno) ed i capitani di flotta potrebbero invece favorire maggiormente questa attività.
Alle ore 11,32 si presenta Cigalotti per Ledro (26 presenti).
Si dovrà decidere se continuare ad affiancare l’Italiano juniores a quello assoluto.
Italiano assoluto. Stazze sono ben riuscite, attività complesse ma ben gestite. Buona volontà dei singoli. Corso stazzatori (affronteremo dopo).
Campionato Italiano a Trieste ed organizzato con esperienza e maestria. Vinto meritatamente da Boccato Poggi. 58 barche. Ospite Paradeda. Dovrebbe essere approfondito il discorso della partecipazione degli stranieri.
Nazionale di Pescara. E’ stata la bella novità della stagione. Realtà voluta da Pigi Ciammaichella, altri vecchi snipisti e Roger Olivieri. Bene organizzata, ottima logistica.
Il Segretario nazionale sottolinea la necessità di portare le regate in zone nuove ed, in particolare, al Sud, per ampliare l’interesse per lo Snipe. Racconta che, dopo la nazionale di Pescara, gli sono giunte telefonate da Taranto e Bari interessati all’attività Snipe. Prospettive per il Meridione.
Ringraziamento per chi si è sobbarcato il viaggio fino alle Bahamas. La squadra ha molto ben figurato.
Regate in Polonia. Cinque equipaggi dall’Italia. Tuttavia mai perdere di vista l’attività italiana e di flotta per le regate internazionali.
Mondiale femminile a Punta del Este. Sarah Barbarossa e Barbara Bonini sono in viaggio per l’Uruguay dove parteciperanno al Campionato mondiale.
Il Segretario nazionale passa a parlare della tematica riguardante i Giudici di regata. Il problema maggiore consiste nel trovare Giudici disposti ad applicare (per le regate più importanti) il regolamento SCIRA. Siamo riusciti ad avere buoni rapporti con Fabio Barrasso di Genova, che ha studiato il nostro regolamento e si è impegnato a seguire la classe in occasione delle nostre regate più importanti. Il suo apporto è stato fondamentale per rendere meno gravoso il lavoro di raccordo della Segreteria con i comitati di regata. Per il prossimo anno dovrebbe partecipare come Presidente o componente dei Comitati di regate.
Il Segretario nazionale dà lettura della relazione riguardante il sito internet (relazione allegata).
Passa poi a parlare dell’assemblea della Fiv a Genova “altre classi”. Erano presenti 9 classi. L’incontro è stato preceduto da un’attività conoscitiva scritta. Ciò che è emerso dalla riunione è che la Fiv ha poche risorse finanziarie. Siamo riusciti ad ottenere (e ciò grazie ai numeri della nostra classe) un contributo di 1.200 euro per la gestione 2005, liquidati nel 2006. E’ quasi certo che questi soldi vengano erogati anche il prossimo anno. Negli anni scorsi e anche quest’anno abbiamo ottenuto le divise per gli eventi internazionali. Dalla riunione è anche stato espresso il progetto Fiv di accorpare le classi minori e fare un evento unico per il Campionato Italiano. Attualmente noi siamo troppo grandi per questo evento e abbiamo perciò espresso perplessità. La Fiv per ora ci ha assicurato che il progetto di Campionato unificato non dovrebbe riguardare la Classe Snipe. La classe FJ vorrebbe organizzare regate assieme a noi. Per tutte le classi bilancio cumulativo di 20.000,00 (per tutte le classi cosìdette “altre classi”).
Il Segretario nazionale affronta l’argomento Beccaccini classici. Si tratta di un fenomeno in crescita (attualmente sono censite più di dieci imbarcazioni). Serve una persona che si occupi di questo settore. Sarebbe utile per dare un’ulteriore spinta a questo settore, organizzare una regata (ad hoc, o affiancata ad una regata per Snipe moderni) per i beccaccini classici. Il Segretario viene incaricato dall’assemblea di contattare Sergio Michel per sviluppare i Beccaccini classici
Viene poi affrontato l’argomento barche della classe. Una di queste barche è a Cremona (referente Bruni), l’altra nel Golfo di Trieste (referente Rochelli). Il problema è che dall’anno prossimo non potranno essere assicurate con polizza Kasko, ma è necessario previamente sottoporle a una perizia per poter valutare il valore delle barche. Il Segretario nazionale è intenzionato ad alienarle per acquistare poi una barca nuova (o quasi) in condizione migliore. Queste barche hanno quasi dieci anni. Le barche competitive potrebbero anche essere affidate ad equipaggi stranieri di spicco quando arrivano in Italia per regatare o charterizzate in occasione di eventi internazionali. Questo aspetto verrà valutato dopo il bilancio.
Assicurazioni per la classe. Ci sarà un incontro con Genmar per la stipula di un polizza per la classe Kasko, RC terzi. Il premio dovrebbe essere sotto i 200 euro.
Silvia Bartoletti esprime la necessità per i Capitani di flotta di poter aver accesso a pagine del sito riservate onde poter esprimere istanze ed opinioni. Fantoni afferma che ciò è tecnicamente possibile, anche se è necessario, da un lato, valutare l’utilità di una tale richiesta (in alcuni casi un forum potrebbe consentire lo scambio di opinioni) e, dall’altro, valutare le conseguenze giuridiche della gestione in capo a più soggetti di dati sensibili.
L’assemblea dà mandato a Alessandro Bellotti e a Pietro Fantoni di curare quanto necessario relativamente alla gestione dei dati sensibili degli iscritti anche in relazione allo sviluppo informatico degli stessi.
L’assemblea vota la possibilità per ciascun capitano di entrare nella sezione del sito ove sono evidenziati gli iscritti (14 voti favorevoli, 12 contrari).
Il Segretario nazionale affronta l’argomento Corso stazzatori: grazie alla collaborazione di Antonio Bari e di Giorgio Brezich sono stati organizzati tre corsi (Bracciano, Trentino e Trieste) che hanno avuto un buon successo. Verranno date agli stazzatori le dime. Sarà poi necessario predisporre con Bari e Brezich un regolamento di attuazione dell’attività degli stazzatori. Qualcuno in Fiv ha negato che vi sia un’autonomia da parte della classe sulla nomina di stazzatori. Per adesso la classe proseguirà su questa linea, attenendosi ai Regolamenti SCIRA. Lo spirito primario è quello di mantenere in regola le barche delle singole flotte e della zona. Sarebbe necessario che ai Campionati Italiani si arrivasse con tutte le barche in regola.
Il Segretario nazionale illustra i dati del bilancio
27 flotte attive (Sanremo ha un socio non proprietario è quindi la flotta è sospesa).
Si allega documentazione.
Il Segretario nazionale illustra il Bilancio preventivo.
Il Segretario nazionale tratta l’argomento della vendita delle 2 barche della classe e dell’acquisto di una barca più nuova. Propone di stanziare 3.000 euro da bilancio oltre a quanto ricavato dalla vendita delle due barche vecchie della classe. Il tetto massimo proposto sarebbe di 7.000,00 euro per l’acquisto di una barca. Dopo ampia discussione, con i contributi di Poggi (che sottolinea il fatto che una barca nuova non deve servire per gli stranieri che vengono in Italia, ma essenzialmente per la promozione della classe), di Fantoni (che, da un lato, concorda con Poggi, dall’altro, afferma che una barca nuova può anche essere charterizzata più facilmente e ad un prezzo maggiore in occasione di eventi internazionali) e di Bellotti (che sottolinea la necessità di prevedere un regolamento per la gestione della barca della classe), l’assemblea approva.
Alle ore 13,00 si presenta Fabio Rochelli per la flotta Grignano (26 flotte), che ratifica la delega data a Marco Penso e d’ora innanzi rappresenta, quale Capitano, la flotta Grignano.
Viene chiesta all’assemblea l’approvazione del bilancio consuntivo come esposto dal Segretario. Approvato
Viene chiesta all’assemblea l’approvazione del bilancio preventivo come esposto dal Segretario. Approvato.
Relazione di Alessandro Bellotti sulla necessità di redigere un nuovo Statuto. Bellotti ricorda di aver ricevuto dall’Assemblea specifico mandato, assieme a Ciufo di valutare la necessità o meno di adeguare lo Statuto della Classe al cosiddetto Decreto Melandri sulle associazioni sportive dilettantistiche. Ricorda di aver ricevuto due proposte di statuto, la prima presentata da Fantoni che sostanzialmente si rifaceva all’attuale sistema rappresentativo per flotte ed una seconda proposta basata sulla rappresentatività in assemblea del singolo socio. Bellotti riassume quanto discusso a Livorno in occasione dell’Assemblea appositamente convocata. Su mandato di quell’Assemblea è stato poi richiesto un parere allo Studio Martinelli (studio indicato anche dall’organo federale). Il professor Martinelli ha fornito un parere in base al quale si afferma che le Associazioni di Classe non sono tenute ad adeguare lo statuto al cd. decreto Melandri. Le associazioni di classe sono enti riconosciuti dalla FIV, ma non associazioni sportive dilettantistiche. In estrema sintesi, la risposta al quesito originariamente posto dall’Assemblea dello scorso anno è: non è necessario adeguarsi al cd. decreto Melandri.
Si apre una discussione se sia necessario proporre delle modifiche allo Statuto, sebbene l’ordinamento dello Stato non lo imponga. Bellotti afferma l’importanza di rendere più moderno il nostro Statuto. Alla fine si decide che la mozione di voto di proporre delle modifiche allo Statuto, non può essere accolta perchè non rientra nell’ordine del giorno (Pesci), è troppo generica nel contenuto e perciò inutile (Fantoni), e perché qualsiasi modifica allo Statuto va presentata nelle forme e con le modalità previste dallo Statuto vigente (Bellotti e Fantoni).

Si passa alla votazione del calendario 2006
Campionato Italiano
Le candidature sono:
Fraglia della Vela Riva del Garda (23 luglio – 3 agosto);
Gaeta, Circolo Flavio Gioia (III e IV settimana di agosto);
Circolo Canottieri Solvay Rosignano (candidatura aperta come periodo);
Giampiero Poggi illustra la candidatura di Gaeta.
Dopo ampia discussione si procede a votazione
Adriaco – Steffé – Gaeta
Anzio – Gaeta
Aternum – Olivieri per delega – Gaeta
C.V.C.V. – Zaoli per delega – Gaeta
Caldaro – Calliari – Gaeta
Caput Mundi- Gattulli – Gaeta
Centro Italia – Venanzi Gaeta
Cremona – Bruni – Rosignano
El Gato – Rodati per delega – Gaeta
Est Nord Est – Rodati per delega – Gaeta
Garda – Olivieri – Gaeta
Grignano – Rochelli – Gaeta
Laguna: – Rodati – Riva
Ledro – Cigalotti – Riva
Monfalcone – Fantoni per delega – Riva
Nettuno – Bartoletti per delega – Gaeta
Orbetello – Pesci – Gaeta
Planet Sail – Gattulli per delega – Gatea
Punta Indiani – Zuanelli – Rosignano
Rimini – De Carolis – Gaeta
Roma – Gattulli per delega – Gaeta
Romagna – Perdisa – Gaeta
Rosignano – Bruni per delega – Rosignano
Santa Marinella – Bartoletti – Gaeta
Sistiana – Penso per delega – Gaeta
Velica Trentina – Bortolotti – Rosignano
Verbano – nessuno
Viene dichiarata chiusa la votazione. Gaeta ottiene 19 voti favorevoli, escluse Rosignano (4) e Riva (3).

Si passa alla scelta del periodo in cui l’Italiano può essere disputato
Periodo 21-25 agosto (A) o 28 agosto 1 settembre (B).
Fantoni afferma che il periodo B non consentirebbe agli equipaggi qualificati per il Mondiale (che inizia l’8 settembre) di recarsi in Portogallo per provare il campo di regata e per le stazze. Poggi replica che da Formia parte un traghetto per Barcellona. Fantoni afferma a sua volta che sarebbero in ogni caso necessario per i qualificati prendere tre settimane di ferie, tra Italiano e Mondiale. Perdisa afferma che normalmente l’ultima settimana d’agosto è la migliore per consentire un’elevata partecipazione.
Si procede alla votazione:
Adriaco –Steffé A
Anzio –Romani B
Aternum – Olivieri per delega B
C.V.C.V. – Zaoli per delega B
Caldaro – Calliari B
Caput Mundi- Gattulli B
Centro Italia – Venanzi B
Cremona – Bruni B
El Gato – Rodati per delega B
Est Nord Est – Rodati per delega B
Garda – Olivieri B
Grignano – Rochelli B
Laguna: – Rodati B
Ledro – Cigalotti A
Monfalcone – Fantoni per delega A
Nettuno – Bartoletti per delega B
Orbetello – Pesci B
Planet Sail – Gattulli per delega B
Punta Indiani – Zuanelli B
Rimini – De Carolis B
Roma – Gattulli per delega B
Romagna – Perdisa B
Rosignano – Bruni per delega B
Santa Marinella – Bartoletti B
Sistiana – Penso per delega A
Velica Trentina – Bortolotti B
Verbano – nessuno
Campionato Italiano 28 agosto – 1 settembre.

Supernazionale di 3 giorni e due nazionali di due giorni;
Candidature: Scarlino (attorno aprile 28-29, giugno, luglio (da verificare), 29-30 settembre);
Orta (fine aprile, maggio, inizio giugno, settembre);
Riva del Garda (dal 23 luglio al 3 agosto);
Rosignano;
Sanremo (6-8 aprile Criterium di Primavera – Pasqua);
Rimini (fine maggio – Coppa Tamburini),
Monfalcone (16-17 giugno)

Si procede alla votazione della località per la Supernazionale
Adriaco –Steffé Riva
Anzio –Romani – Rimini
Aternum – Olivieri per delega – Rimini
C.V.C.V. – Zaoli per delega – Sanremo
Caldaro – Calliari – Riva
Caput Mundi- Gattulli – Sanremo
Centro Italia – Venanzi – Rimini
Cremona – Bruni – Riva
El Gato – Rodati per delega – Riva
Est Nord Est – Rodati per delega – Riva
Garda – Olivieri – Riva
Grignano – Rochelli – Riva
Laguna: – Rodati – Riva
Ledro – Cigalotti – Riva
Monfalcone – Fantoni per delega – Riva
Nettuno – Bartoletti per delega – Riva
Orbetello – Pesci – Riva
Planet Sail – Gattulli per delega – Sanremo
Punta Indiani – Zuanelli – Riva
Rimini – De Carolis – Riva
Roma – Gattulli per delega – Sanremo
Romagna – Perdisa – Riva
Rosignano – Bruni per delega – Riva
Santa Marinella – Bartoletti – Riva
Sistiana – Penso per delega – Riva
Velica Trentina – Bortolotti – Riva
Verbano – nessuno

Risultati: Riva 19, 4 Sanremo, 3 Rimini
Supernazionale a Riva del Garda 27-28-29 luglio

Altre Nazionali:
Candidature: Scarlino (attorno aprile 28-29, giugno, luglio (da verificare), 29-30 settembre);
Orta (fine aprile, maggio, inizio giugno, settembre);
Rosignano (disponibile sempre);
Sanremo (6-8 aprile Criterium di Primavera – Pasqua);
Rimini (fine maggio – Coppa Tamburini),
Monfalcone (16-17 giugno)
L’assemblea decide di eliminare dalla votazione Orta.

Si vota la Nazionale di settembre o ottobre (Rosignano, Scarlino, Monfalcone)
Adriaco –Steffé – Monfalcone
Anzio – Romani – Scarlino
Aternum – Olivieri per delega – Monfalcone
C.V.C.V. – Zaoli per delega – Scarlino
Caldaro – Calliari – Rosignano
Caput Mundi- Gattulli -Scarlino
Centro Italia – Venanzi – Scarlino
Cremona – Bruni – Rosignano
El Gato – Rodati per delega – Scarlino
Est Nord Est – Rodati per delega – Scarlino
Garda – Olivieri – Scarlino
Grignano – Rochelli – Scarlino
Laguna: – Rodati – Scarlino
Ledro – Cigaotti – Rosignano
Monfalcone – Fantoni per delega – Monfalcone
Nettuno – Bartoletti per delega – Scarlino
Orbetello – Pesci – Scarlino
Planet Sail – Gattulli per delega – Scarlino
Punta Indiani – Zuanelli – Scarlino
Rimini – De Carolis – Rosignano
Roma – Gattulli per delega – Scarlino
Romagna – Perdisa – Scarlino
Rosignano – Bruni per delega – Rosignano
Santa Marinella – Bartoletti – Scarlino
Sistiana – Penso per delega – Monfalcone
Velica Trentina – Bortolotti – Scarlino
Verbano – nessuno

Terza nazionale a Scarlino (29 – 30 settembre).

Prima Nazionale
Candidature: Sanremo, Rimini e Monfalcone
Si procede alla votazione:
Adriaco – Steffé – Rimini
Anzio – Romani – Rimini
Aternum – Olivieri per delega – Sanremo
C.V.C.V. – Zaoli per delega – Sanremo
Caldaro – Calliari – Rimini
Caput Mundi- Gattulli – Sanremo
Centro Italia – Venanzi – Rimini
Cremona – Bruni – Rimini
El Gato – Rodati per delega – Sanremo
Est Nord Est – Rodati per delega – Rimini
Garda – Olivieri – Sanremo
Grignano – Rochelli – Rimini
Laguna: – Rodati – Sanremo
Ledro – Cigalotti – Rimini
Monfalcone – Fantoni per delega – Rimini
Nettuno – Bartoletti per delega – Sanremo
Orbetello – Pesci – Rimini
Planet Sail – Gattulli per delega – Rimini
Punta Indiani – Zuanelli – Rimini
Rimini – De Carolis – Rimini
Roma – Gattulli per delega – Rimini
Romagna – Perdisa – Rimini
Rosignano – Bruni per delega – Rimini
Santa Marinella – Bartoletti – Rimini
Sistiana – Penso per delega – Sanremo
Velica Trentina – Bortolotti – Rimini
Verbano – nessuno

Rimini viene votata con 18 voti. La data prescelta è il 19 – 20 maggio

Renato Bruni comunica che il 24-25-26 agosto si terrà a Rosignano il Campionato Italiano Master e Femminile.
Il Segretario nazionale deciderà la data più opportuna per il Campionato Italiano Juniores.

Antonella Venanzi rassegna le dimissioni da Delegato zonale. Il Segretario nazionale prende atto con rammarico delle dimissioni e ringrazia Antonella per l’attività svolta.

Il Segretario nazionale passa alle premiazioni del Beccaccino d’Oro e della Coppa Duca di Genova.

Beccaccino d’Oro
Viene premiata la flotta di Monfalcone.

Coppa Duca di Genova
Viene assegnata a Poggi Boccato

Nomine di persone che hanno portato lustro alla classe nel corso degli anni:
Soci onorari:
Giancarlo De Carolis
Gianfranco Lodoli
Gigi Armellini, detto Babbo
Sergio Morin
Sergio Michel

Ringraziamento dell’assemblea e lungo applauso ai padroni di casa Alberto e Antonella Perdisa.
L’Assemblea si chiude alle ore 17,40.
f.to Il Presidente (Alessandro Bellotti)
f.to Il Segretario nazionale (Alessandro Rodati)
f.to Il Segretario dell’Assemblea (Pietro Fantoni)