Assemblea di classe 2002

Dal nuovo sistema di calcolo della RL al calendario, molte le novità approvate dall’Assemblea a Cremona.

ASSEMBLEA CLASSE SNIPE 2002

Alle ore 11,20, del 24 novembre 2002, presso il Circolo Canottieri Baldesio, in Cremona, viene aperta dal Segretario nazionale Stefano Longhi l’Assemblea della S.C.I.R.A. ITALIA.

Viene nominato Presidente dell’Assemblea Renato Bruni. Redige il presente verbale Pietro Fantoni.

Sono presenti: per la flotta di Anzio Marco Romani, per Caldaro Roberto Calliari, per Caput Mundi Luigi Addonisio giusta delega, per Centro Italia nessuno, per Cremona Renato Bruni, per El Gato Corrado Perini, per Est Nord Est Gennaro Cangiano, per Garda nessuno, per Grignano Pietro Fantoni giusta delega, per Laguna Alessandro Rodati, per Lario nessuno, per Ledro Massimo Cigalotti, per Monfalcone Pietro Fantoni, per Orbetello Luigi Addonisio, per Orta Due nessuno, per Orta Drake nessuno, per Puccini nessuno, per Punta Indiano Silvano Zuanelli, per Rimini Roberto Calliari giusta delega, per Riviera dei Fiori Enrico Solerio giusta delega, per Roma Marco Romani giusta delega, per Sistiana Sergio Irredento, per Verbano nessuno.

Sono pertanto rappresentate 16 flotte.

Il Presidente introduce il primo punto all’ordine del giorno: la Relazione del 2002. Prende la parola il Segretario nazionale, illustrando la relazione scritta che si allega al presente verbale. Il Segretario precisa, a rettifica di quanto scritto nella relazione, che è stata iscritta quest’anno una barca prodotta da un cantiere italiano e che alle regata nazionale di Sanremo era presente anche un timoniere argentino.

Luigi Addonisio comunica che la Giuria d’Appello ha accolto il ricorso presentato da Andrea Fornaro avverso la squalifica da lui subita alla regata nazionale di Brenzone; lo stesso Fornaro avrebbe comunque preannunciato di non voler recarsi a Brenzone per ridiscutere avanti la Giuria la protesta.

Roberto Perini interviene sui rapporti tra la classe e l’Isaf; Antonio Bari comunica che sono allo studio alcune modifiche ai percorsi SCIRA.

La relazione del Segretario nazionale viene approvata all’unanimità.

Si passa a trattare il secondo punto cioè la Relazione economica.

Il Segretario Stefano Longhi illustra il “Bilancio 2002”, il cui prospetto si allega al presente verbale. Precisa che alla voce “uscite” potrebbero essere aggiunti circa 1.000,00 euro che verrebbero assegnati all’equipaggio juniores che ha partecipato al Campionato europeo di categoria, quale rimborso spese già in precedenza promesso.

La relazione economica viene approvata all’unanimità.

Si affronta il terzo punto all’o.d.g. cioè il Calendario 2003.

Stefano Longhi ricorda che il Campionato italiano si terrà a Muggia da giovedì 4 a domenica 7 settembre; le stazze saranno effettuate mercoledì 3. Gennaro Cangiano comunica che il 30-31 agosto è in programma, sempre a Muggia, una regata zonale.

Vengono presentate le candidature: Bracciano (Planet Sail), Sanremo e Cervia presentano “lettere di presentazione” (che si allegano).

Antonio Bari afferma di aver contattato il Circolo Vella Torbole, che ha richiesto una quota di iscrizione di circa 60-70 euro, cifra che è parsa elevata; pertanto egli ha contattato il circolo di Arco, che ha espresso la propria disponibilità ad organizzarela regata nella prima settimana di maggio.

Prima di procedere alle votazioni, si decide preliminarmente di votare la modifica alla regola 10 “Ranking List” che testualmente recita: “Parteciperanno al Campionato Mondiale i primi tre equipaggi (o quelli a cui la classe italiana avrà diritto) della Classifica Nazionale 8 settimane prima dell’evento”.

Viene approvata all’unanimità la modifica della regola 10 che viene così riscritta: “Parteciperanno al Campionato Mondiale i primi tre equipaggi (o quelli a cui la classe italiana avrà diritto) della Classifica Nazionale 8 settimane prima dell’evento. Nel caso in cui il Campionato Mondiale si disputi in Europa si considererà la Classifica Nazionale 4 settimane prima dell’evento”.

Prima della sospensione dei lavori per il pranzo, Stefano Longhi comunica che Sergio Michel ha iniziato a raccogliere documenti e foto per la pubblicazione di un libro sulla storia dello Snipe in Italia; invita chiunque abbia materiale utile a contattare la Segreteria o Sergio Michel e a collaborare in questa iniziativa.

Alle ore 13,30 i lavori dell’Assemblea vengono sospesi per il pranzo.

Alle ore 15,20 viene riaperta l’Assemblea.

Gennaro Cangiano si allontana dall’Assemblea, dopo aver delegato Sergio Irredento a rappresentare la flotta Est Nord Est della quale è capitano.

Antonio Bari comunica che il circolo di Arco organizzerà la regata a condizione che in quella data non siano previste altre regate, poiché la Provincia di Trento non autorizza più manifestazioni concomitanti.

Renato Bruni offre come alternativa Navene (circolo di Malcesine)

Dopo ampia discussione viene approvato il seguente Calendario, con il voto contrario di Pietro Fantoni che dichiara che, in quest’occasione, si dovrebbero votare localita che hanno già dato la loro piena disponibilità per una data precisa e ricorda che l’anno scorso, dopo che in assemblea era stato votato l’Alto Lago di Garda (Torbole o Riva del Garda) quale “zona” ove si sarebbe disputata una nazionale, poi si andò a correre, con il malcontento di molti, a Brenzone.

L’assemblea decide di disputare la nazionale nell’Alto Garda, cioè ad Arco o a Navene (Malcesine). Se non sarà possibile disputare le regate in tali luoghi, spetterà nuovamente ai capitani di flotta mediante una votazione apposita la scelta di una nuova località.

Il Calendario 2003 è il seguente:

17-18-19 aprile Sanremo (Nazionale)

10-11 o 17-18 maggio Arco o Malcesine (Nazionale)

24-25 maggio Chioggia (Campionato dell’Adriatico)

31 maggio-1 giugno Rimini (Coppa Tamburini)

13-14-15 giugno Caldonazzo (Campionato tedesco Open)

21-22 giugno Caldonazzo (Campionato italiano Master e Femminile)

5-6 luglio Bracciano (Nazionale)

26-27 luglio Bracciano (Vacanze romane)

4-5-6-7-8-9 agosto Landskrona, Svezia (Campionati del Mondo)

3-4-5-6-7 settembre Muggia (Campionato italiano)

27-28 settembre Cervia (Nazionale)

Il Presidente dà la parola a Roberto Calliari perché illustri le varie proposte esaminate dalla Commissione sulla Ranking List, di cui egli fa parte.

Dopo ampia discussione viene respinta la proposta di eliminare dal conteggio della R.L. il Campionato zonale; per il Campionato Zonale verranno conteggiati tutti i partecipanti.

A questo punto, per consentire ai votanti di meditare sulle varie proposte, si passa a premiare il vincitore della Coppa Duca di Genova che è Antonio Bari in coppia con Paolo Lambertenghi; alla flotta di Anzio viene consegnato il Beccaccino d’oro.

Proposta “Calliari”: nel calcolo della RL vengono considerate valide le singole prove. Ad ogni nuova nazionale vengono automaticamente estromesse tutte le prove della nazionale più vecchia. Proposta bocciata.

Proposta Franco Solerio: nel calcolo della RL vengono considerate valide le singole prove. Ad ogni nuova nazionale vengono estromesse le prove più vecchie presenti in quel momento nella RL ed in numero pari alle nuove prove corse. Proposta bocciata.

Proposta Enrico Solerio: nel calcolo della RL vengono considerate valide le singole prove. Ad ogni nuova nazionale vengono estromesse le prove più vecchie presenti in quel momento nella RL ed in numero pari alle nuove prove corse. Si definisce un massimo di prove in 24 ed un massimo arco temporale di validitù pari a 12 mesi. Proposta approvata.

NUOVO REGOLAMENTO RL approvato

1) La classifica della RL viene stilata conteggiando le singole prove delle seguenti regate:

  – 4 Duca di Genova
  – il campionato nazionale
  – il campionato zonale inserendo il risultato finale come 1 prova; nella classifica del campionato zonale sono considerati tutti gli equipaggi che hanno partecipato almeno ad una prova

2) Il numero massimo di prove inserite nella RL sono 24 di cui una è il risultato del campionato zonale

3) la disputa di nuove prove sostituisce le prove più vecchie disputate indipendentemente dal tipo (DG o campionato italiano), mentre il CZ può sostituire solo il CZ dell’anno precedente

4) il punteggio assegnato per ogni prova è di 50 al primo, 49 al secondo, 48 al terzo e così via a degradare di un punto. Se ci sono più di 50 barche, il punteggio per piazzamenti superiori al 50-esimo è pari a 1

5) nella RL non possono essere considerate prove di regate disputate a distanza temporale superiore a 12 mesi dalla data di termine della campagna di selezione per un evento internazionale (ciò significa che il numero di prove valide per la RL può essere al massimo di 24 prove ma può anche essere inferiore)

6) nessun coefficiente moltiplicatore è previsto per le regate di campionato e dello zonale

7) lo scarto ovvero il numero di prove da scartare è stabilito nel 20% del numero di prove valide. Tale numero è arrotondato per eccesso all’intero.

Roberto Calliari chiede la parola e fa una precisazione sull’utilizzo della Rubrica usato sul sito della classe: l’inserzione viene richiesta direttamente a Roberto Calliari; eventuali modifiche o cancellazioni dovranno anch’esse venire cortesemente comunicate, per far sì che il servizio funzioni al meglio.

Il Presidente dichiara chiusa l’Assemblea alle ore 17,20.

Cremona lì 24 novembre 2002

f.to Pietro Fantoni
f.to Renato Bruni
f.to Stefano Longhi